Ecco Cremona 1, la nuova Tv

+ 77
+ 69


Sono iniziate le trasmissioni, sul canale 211: tanta informazione, approfondimenti, sport e “tutto il territorio a 360°”
E' del tutto evidente il ruolo importante che, nella vita degli individui e delle comunità, continua a rivestire la televisione. L’informazione non è mai troppa, la produzione di contenuti interessanti da presentare al pubblico è fondamentale in un mondo sempre più dominato dalla complessità. E', quindi, da salutare con soddisfazione il fatto che il panorama dell’informazione locale e, in questo caso, anche dell’intrattenimento, aspetto da non tenere in ombra, specie in tempi difficili, si arricchisca di una nuova televisione: Cremona 1, che da giovedì scorso trasmette sul canale 211 del digitale terrestre. Da qualche mese se ne parlava, in città e in provincia, e finalmente sono iniziate le trasmissioni. Dico finalmente perché molte delle persone con le quali ho avuto modo di parlarne in questi giorni mi confermano di quanto fosse sentita l’esigenza di una televisione prettamente locale, capace di trasferire sullo schermo casalingo le notizie, gli approfondimenti e soprattutto le istanze del territorio: “Era quello che mancava”. A guidare la nuova tv cittadina è stato chiamato Mario Silla, già direttore de “La Cronaca”, giornalista esperto e grande conoscitore del territorio cremonese. Ed è davvero evidente, oltre all’affaticamento per le giornate particolarmente convulse che hanno preceduto “il debutto”, l’entusiasmo sul volto del direttore: «Abbiamo voluto realizzare una tv locale con strumenti di alto livello tecnologico, perché sono convinto che il fatto di essere un’emittente territoriale non significhi lavorare in tono minore. Vogliamo una tv che sia diffusa sul territorio, da Crema, a Cremona, a Casalmaggiore, con tanta informazione sia di livello locale che nazionale». E già dal primo giorno di trasmissione si è potuto constatare che il livello di professionalità è notevole: ottimo il tg con due giornalisti conduttori, molti i collegamenti con il territorio ed è particolarmente Interessante l’interfacciamento con i vari giornali on line. Ha fatto discutere la trasmissione, molto ben fatta, delle ore 21 di giovedì scorso, “La piazza”, condotta da Roberto Boccafogli, con Michela Cotelli dedicata agli episodi di mafia in casa nostra ed in particolare alla vicenda dell’imprenditore Lino Cauzzi, titolare dell’hotel Hermes.

Questa trasmissione, ogni giovedì, in diretta, approfondirà un fatto di cronaca o di attualità particolarmente sentito nel nostro territorio. E’ evidente l’intenzione della direzione di puntare molto sull’informazione e sull’approfondimento dei fatti di cronaca e attualità; le edizioni del telegiornale sono due, alle ore 13.30 e alle ore 19, con approfondimenti anche su tematiche di carattere nazionale e dirette televisive, con collegamenti frequenti da Crema e da Casalmaggiore. Durante la settimana verrà dedicato ampio spazio allo sport locale: dalla diretta in studio della domenica, con collegamenti con i campi di gioco, alle trasmissioni “Il grigio e il rosso” del lunedì e la trasmissione del martedì dedicata al basket e non solo. Ma tutti gli sport, dal volley a rugby, saranno particolarmente seguiti dalla redazione sportiva di Cremona 1. Una tv in cui potranno trovare spazi per esprimere esigenze, problemi, speranze la gente comune, le imprese, le associazioni di categoria, le istituzioni e i rappresentanti del territorio, con un palinsesto che inizierà alle sette della mattina per proseguire fino a tarda sera. «Un mezzo capace di muoversi in tutta la provincia e di interagire con il territorio e la sua gente» continua Mario Silla. «I nostri giornalisti sono preparati a cercare notizie e spunti che sfuggono anche a chi abita queste zone». Un tg nazionale – sottolinea Silla – seguirà quello locale della sera, grazie a un accordo con Tv2000, che permetterà ai cittadini di avere una finestra sul mondo». Per una maggiore informazione, la tv sarà dotata di un crowl informativo 24 ore su 24 per essere continuamente aggiornati in tempo reale su tutto quello che accade nella zona. «In caso di eventi particolari, offriremo anche dei telegiornali in edizione straordinaria» spiega ancora il direttore. «Lo sport sarà uno dei nostri punti di forza» continua Silla. «In particolare la domenica, quando, dalle 14 alle 23, saremo in onda in diretta, con numerosi ospiti in studio e faremo collegamenti dallo stadio per interviste prima, durante e dopo le partite. Daremo spazio alle principali squadre del territorio, dal calcio al basket, dal rugby al volley».

E’ previsto anche uno spazio dedicato ai tifosi, che potranno interagire in diretta con la trasmissione. Spazio infine agli appassionati delle due e quattro ruote con la trasmissione “Ciack motore”, condotta da Roberto Boccafogli. Naturalmente ampio rilievo viene dato anche alla cronaca e all'attualità, con un'ampia programmazione distribuita nel corso della settimana. Oltre al già ricordato appuntamento del giovedì alle 21 con “La piazza”, «ogni venerdì alle 21 andrà in onda il programma "Il bene comune", che tratterà temi di attualità economica, politica e sociale, condotto da Roberto Boccafogli» conclude Silla. La nostra provincia sarà grande protagonista di questa nuova televisione, grazie a una serie di appuntamenti dedicati alle principali eccellenze e tradizioni. Lunedì alle 21 si parlerà della buona tavola cremonese con la trasmissione “Cosa bolle in pentola”; martedì, ore 20.30, l'appuntamento è con "Le storie", una finestra su vicende umane, spaccati di vita, esempi di coraggio e di generosità. Il patrimonio artistico e culturale della nostra provincia sarà invece il leit motiv del format “Gioielli sotto casa” in programma ogni mercoledì alle 20.30. Non poteva mancare, poi, uno spazio dedicato alla musica, con “La città della musica”, trasmissione alla scoperta dei cori e delle Scholae Cantorum cremonesi. Siamo personalmente convinti che per le professionalità, per il livello tecnologico e per i mezzi messi a disposizione la televisione incontrerà il favore dei cittadini e saprà coinvolgere le realtà locali ad ogni livello. In bocca al lupo Cremona 1.

di Danilele Tamburini

Segnala questo articolo su