La Cremo vuole sbocciare al “Giglio”

+ 20
+ 16


Grigiorossi a caccia di un successo esterno (che manca da tre mesi) contro la Reggiana.
Un’altra pagina da voltare in fretta. Smaltito a fatica il mal di stomaco per quel rigore fallito nel recupero contro la Virtus Entella, la Cremonese si prepara al derby con la Reggiana. Una sfida durissima, di fronte alla quale la truppa di mister Scienza è chiamata a cercare di racimolare punti per restare in corsa nella bagarre che la vede costantemente coinvolta tra la salvezza e il residuo lumicino dei playoff. La matematica non condanna ancora i grigiorossi all’estromissione dagli spareggipromozione, ma la strada è decisamente improba. Nello score stagionale, peraltro, spicca una sola vittoria esterna, contro il Portogruaro il 9 dicembre scorso, segnale inequivocabile della sterilità di questa squadra lontano dalle mura amiche, dove si è raggiunto solo il primato di pareggi. D’altro canto va anche sottolineato come i numeri della Reggiana, nelle gare casalinghe, siano tutt’altro che entusiasmanti: i granata sono in crisi nera come testimoniano i 7 punti raccolti nelle ultime dieci gare e i soli 22 gol siglati da inizio stagione ad oggi. In vista della sfida di domenica, in difesa si segnala il rientro di Sales e l’uscita di Tedeschi, fermato per un turno dal giudice sportivo.

Da verificare le condizioni di Pinardi, non al meglio, che potrebbe lasciare spazio al giovane Degeri in cabina di regìa, con il ritorno di Buchel nella naturale posizione di mediano per far valere dinamismo e puntualità nell’inserimento senza palla: aspetto venuto fortemente a mancare nelle ultime uscite. Chiacchiere da blog, ma se il blog è ben fatto può celare tante verità e merita di essere visitato. Grillo insegna. Il favorito per la maglia da titolare, tuttavia, nelle preferenze di mister Scienza, potrebbe essere Martina Rini, con la conferma dell’austriaco come play centrale davanti alla difesa. In avanti, restano da verificare le condizioni di bomber Le Noci, che rimane il più concreto sotto porta a scapito dei vari Momentè (visto all’opera ancora troppo poco per essere giudicato) e Djuric. La gara del ”Giglio” sarà arbitrata da Ivano Pezzuto della sezione di Lecce.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3- 1-2): Viotti; Sales, Moi, Cremonesi, Visconti; Baiocco, Degeri, Buchel; Caridi; Le Noci, Carlini. All.: Scienza.

di Matteo Volpi

Segnala questo articolo su