Giocagin, la ginnastica in festa

+ 28
+ 37


Sport e solidarietà sono in primo piano nel programma di "Cremona città europea dello sport" di domenica 17 marzo con il Giocagin. L'Uisp Cremona organizza la manifestazione “Divertimento in movimento” esibizioni di ginnastica artistica e danze moderne nella palestra di Cavatigozzi (via Guido Grassi, 8) dalle 15 alle 18 di domenica 17 marzo. Partecipano le associazioni A.s.d. Centro Danza Vitien di Cremona, A.s.d Kodokan di Cremona,  A.s.d. Il Cerchio di Cremona,  A.s.d. Polisportiva Tre & 60° di Castelleone,  A.s.d. Shotokan Ryu Cavasport di Cremona e RDB Blue Company di Linda Signorini di Cremona. L'ingresso è libero con offerta libera in quanto in occasione della manifestazione è indetta una raccolti fondi in italia a favore dei Progetti di Peace Games: “Foundiougne, sport per crescere” in Senegal, e “Sosteniamo la Palestina” in Palestina.

 Proseguono inoltre gli eventi collaterali alla mostra “Donna è Sport”, allestita al Centro culturale S. Maria della Pietà e aperta sino al 31 marzo prossimo. Dopo l’incontro con la campionessa di volley Lucia Bacchi all’Istituto Beltrami, venerdì 15 marzo, alle 17.30, in Sala Rodi (piazza Giovanni XXIII), nell’ambito del convegno “Bianco, rosso, verde: contributo alla definizione dell’identità italiana alle Olimpiadi di Londra 2012″ sarà presentato, in prima nazionale, il libro “Sport e identità nazionale: l’Italia alle Olimpiadi di Londra 2012″.

Dopo l’introduzione di Pierluigi Torresani, seguiranno i saluti del sindaco Oreste Perri, di Angela Bellardi, presidente dello Zonta International Club di Cremona, e dell’editore Diego Dejaco. Intervengono gli autori: Laura Laguzza – Elena Sandre – Silvia Galimberti – Elena Bettinelli – Giovanni Gardani – Rodolfo Palermo – Daniele Felicetti – Franco Scabrosetti. Sono gli otto cronisti del Corso di perfezionamento in giornalismo sportivo della Scuola di giornalismo “Walter Tobagi” dell’Università Statale di Milano, che hanno dato risalto a storie, personaggi e situazioni che l’Italia non deve dimenticare.

Anche i giochi di Londra ci hanno lasciato in eredità testimonianze dove si fondono l’aspetto umano e quello sportivo, facendo emergere vicende e stati d’animo di singoli atleti e di intere squadre e sono entrate di diritto a far parte della storia dello sport unito al concetto di identità nazionale. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con lo Zonta Club di Cremona, la Scuola di giornalismo Walter Tobagi di Milano – Corso di specializzazione in giornalismo sportivo – e il Panathlon Club di Cremona.

Altro evento collaterale alla mostra è in programma giovedì 21 marzo, alle ore 17.30 , sempre in Sala Rodi, dove si svolgerà il convegno “Donne in carriera dopo la carriera” ovvero storia di donne che hanno conquistato posizioni di rilievo nella vita professionale dopo una brillante carriera sportiva.  E' prevista la partecipazione di Sara Simeoni, Chiara Dangelo, Antonella Ratti, e Anita Torti. Condurrà la giornalista e scrittrice Chiara Lupi. L'vento è realizzato in collaborazione con il Soroptimist International Club di Cremona, il Rotary Cremona 1 e il Panathlon di Cremona.

Infine, martedì 26 marzo, alle  ore 17.30, ancora in  Sala Rodi, il professor Giovanni Beligoni, osteopata e posturologo, terrà una conferenza sul tema “Donna e Sport: quando il movimento fa la differenza”. Salute, prevenzione,  estetica,  autostima. La conduzione sarà a cura della giornalista Claudia Barigozzi.

Segnala questo articolo su