Maxi controllo dell’Arma: due arresti per furto di cosmetici e tre denunce

+ 25
+ 29


Strade blindate e controlli a tappeto ieri in occasione dell’ultimo dei maxi controlli effettuati dai carabinieri di Cremona, Crema e Casalmaggiore. Il servizio, finalizzato al contrasto delle attività delittuose in generale, ha visto impiegati  77 Carabinieri con 38 mezzi. Nel corso dei controlli sono state identificate 409 persone, di cui 2 straniere, controllando 280 autoveicoli.

I risultati dell’attività riferiscono di 5 persone arrestate (2 per furto all’interno di supermercato, 1 per furto aggravato di autovettura, 2 per possesso e fabbricazione di documenti, possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli in concorso); 10 denunce a piede libero (di cui nr.2 stranieri); 2 persone segnalate all’Autorità Amministrativa come assuntrici di sostanze stupefacenti; 6 grammi di stupefacente sequestrati; 4 patenti di guida ritirate e 80 punti complessivi sottratti da altrettante patenti; 23 contravvenzioni al codice della strada per un valore di euro 3.736,00; 2 accampamenti nomadi controllati e refurtiva recuperata per un valore di 210 euro.

Gli arresti per furto all’interno di supermercato, ha specificato stamattina in sala stampa il capitano della compagnia di Cremona Livio Propato hanno riguardato un episodio avvenuto al Famila, che ha visto coinvolti due soggetti rumeni: un ragazzo 25enne, L.S., ed una ragazza 22enne, M.D.G., risultata già arrestata a febbraio per un furto commesso a Piacenza (ma libera per aver ottenuto il beneficio di sospensione della pena) e in possesso di più identità. Entrambi sono risultati residenti fuori provincia: a Sant’Angelo Lodigiano lei, a Pavia lui. I due, dopo aver manomesso il dispositivo antitaccheggio, hanno riempito la borsa della ragazza di prodotti cosmetici per un valore di 180 euro circa. I commessi del supermercato, accortisi del fatto, hanno allertato i carabinieri che hanno intercettato i due ladri e li hanno arrestati.

Sempre per un furto al Famila è stata denunciata a piede libero una ragazza italiana residente a Cremona che aveva cercato di rubare cosmetici per un valore di 110 euro.

Infine, ancora durante i controlli di venerdì, sono state denunciate due ragazze di Soresina (delle quali una minorenne) per essersi indebitmente appropriate di alcuni capi d’abbigliamento (per un valore di circa 30 euro) dopo averne manomesso il dispositivo antitaccheggio.

mi.sco.

Segnala questo articolo su