Acqua, tutto rinviato

+ 63
+ 14


E' stato rinviato in Consiglio provinciale il voto sull'emendamento presentato la scorsa settimana dai consiglieri d'opposizione Giuseppe Torchio (Lista Torchio), Andrea Virgilio (Pd) e Giampaolo Dusi (Rifondazione). Nella prima mattinata era circolata su più bocche la volontà del Carroccio di votare compatto a favore dell'emendamento che vuole inserire nell'Atto di indirizzo dell'Ato il riferimento al modello di gestione pubblica del servizio idrico (riferimento individuato come mancante nella burrascosa seduta della Commissione Affari Istituzionali lo scorso giovedì 4). Una circostanza che avrebbe potuto indurre la Giunta ad un dietrofront? Il presidente Salini ha motivato la scelta del rinvio con elementi di natura unicamente tecnica: lo stop imposto dall'AEEG a tutti i Piani d'Ambito in corso in attesa di ultimare la definizione della politica tariffaria; la necessità di attendere la Conferenza dei Sindaci (in programma il 18 aprile a Ca' de' Somenzi), dove l'Ato riferirà delle verifiche compiute sugli affidamenti provvisori dei comuni e dove verranno discusse le tariffe provvisorie.

m.s.

Segnala questo articolo su