Cremo in campo per crederci ancora

+ 19
+ 18


Anche se l’obiettivo dei playoff è quasi sfumato i grigiorossi devono provare a battere il SudTirol.
L'obbligo di crederci, anche se poi si sa già come andrà a finire. La Cremonese sta per dire definitivamente addio ai playoff, ma di facciata dimostra di nutrire un ultimo lumicino di speranza. In realtà la sconfitta di Pavia ha sancito la fine di eventuali sogni di gloria, l’ennesimo sgambetto di mister Roselli che con il suo gioco aggressivo, concreto, fatto anche di provocazioni e sceneggiate (quello che serve per vincere in serie C) e una nuova bocciatura per Moi, che ha sbagliato tutto quello che c’era da sbagliare. Anche Scienza ha lasciato un po’ perplessi mettendo in campo Filippini come centravanti, con Djuric e Momenté in panchina quasi per punizione. Il fatto che ha lasciato maggiormente perplessi, tuttavia, è l’assenza del lutto al braccio ai giocatori in ricordo della figura di Giuseppe Miglioli. Una mancanza che riteniamo di cattivo gusto, specie nel ricordo di un dirigente comunque storico per la società grigiorossa e peraltro visibile agli occhi di tanti, alla luce soprattutto della diretta televisiva. Non resta che voltare nuovamente pagina, pensando alla gara di domani allo “Zini” contro un SudTirol lanciato verso ambizioni di promozione e pensando anche che ormai ne sono rimaste poche (di pagine da voltare…) per arrivare alla fine del libro di questa stagione. Poi probabilmente si ripartirà da nomi nuovi in società e in panchina, puntando sul culto dei giovani, ogni anno tanto acclamato e mai rispettato, ma tutto sarà ancora da scrivere: l’ennesimo punto e a capo. Quanto alla formazione, viste le assenze per squalifica di Moi e Visconti, in difesa tornerà Tedeschi al fianco di Cremonesi con il possibile inserimento di uno tra Avogadri o Armenise (alla fine ancora in rosa e convocato anche per Pavia) sulla sinistra. Possibile anche il ritorno da titolare di Pinardi, entrato subito in gara nel finale di Pavia, anche se saranno prima da verificare le condizioni di Baiocco.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3- 3): Viotti; Sales, Tedeschi, Cremonesi, Armenise; Fietta, Pinardi, Buchel; Carlini, Djuric, Le Noci. All.: Scienza

di Matteo Volpi

Segnala questo articolo su