Blocco dell’IMU in Italia: come sarà finanziato?

+ 25
+ 18


Anche Cremona, come altre città italiane di medie dimensioni, ha dovuto affrontare negli ultimi mesi una crisi immobiliare che ha raggiunto il picco nel 2012, con i prezzi delle case che sono diminuiti (in media) e soprattutto si è ridimensionato il volume delle compravendite. Una delle ragioni di questa sofferenza del settore immobiliare è l’IMU, che adesso il nuovo governo Letta dovrebbe abolire, o quanto meno sospendere e rimodulare, rendendola più equa e sostenibile. Ma da dove verranno presi i soldi destinati a coprire questa riduzione delle tasse?

Si parla di tagli alle spese ma anche di nuovi incrementi attraverso la raccolta dei giochi.Questo settore é stato in passato una fonte di grossi guadagni per lo stato, ma negli ultimi anni la crescita inarrestabile della raccolta dei giochi ha iniziato a rallentare e negli ultimi mesi è addirittura diminuita. Il settore si sta infatti in qualche modo rimodulando, con alcuni giochi che stanno prendendo piede su altri.

Sempre più italiani infatti si rivolgono ai giochi online, ad esempio il poker, ma anche in questo ambito le cose stanno cambiando. I dati AAMS sulla raccolta legata al poker online sta infatti diminuendo: i big, in particolare PokerStars.it, continuano a crescere, mentre gli operatori più piccoli sono in forte crisi ed in molti casi chiudono oppure si accorpano agli operatori più grandi in modo da raggiungere più alta efficienza ed economie di scala. Insomma, riuscire a puntare sui giochi significa anche riuscire a gestire il cambiamento che sta avvenendo in questo mercato.

E soprattutto significa rinnovare questo settore. Se prendiamo il mercato dell’online, ci sono delle precise regolamentazioni e la poker room online PokerStars,al di là dei limiti imposti per legge, prevedono sistemi di autoregolamentazione e di autoesclusione dal gioco: sistemi, questi, che purtroppo ancora non sono presenti nelle video slot che si trovano nelle sempre più numerose sale giochi. Insomma, se si vuole parlare di giochi che aiutano a ridurre le tasse, bisogna in primo luogo parlare della salute delle persone e di sistemi di tutela che hanno avuto successo, come quelli applicati nell’online, nel quale il gioco é vietato ai minori di 18 anni e viene ricordato che puó causare dipendenza .

Ridurre le tasse come l’IMU può essere quindi giusto, ma bisogna quindi vedere quali sono i risvolti della medaglia. Ricavare maggiori introiti dai giochi può voler dire due cose: aumentare le tasse sui giochi (ma questo potrebbe significare anche una minore raccolta sui giochi stessi) oppure introdurre nuovi giochi sul mercato: ma anche questo aspetto deve essere gestito con molta oculatezza, prendendo magari spunto dall’online, evitando invece le esagerazioni che sono state commesse con le sale giochi con video slot, che spuntano come funghi anche a Cremona.

Vi ricordiamo che il gioco online puó causare dipendenza ed è vietato ai minori di anni 18 e che per una tutela legislativa e trasparenza occorre giocare solo su siti autoriazzati AAMS.

Segnala questo articolo su