Maltempo senza fine

+ 28
+ 26


Pioggia, temperature sotto la media e un clima decisamente autunnale fino a fine mese.
Piogge e temporali come d' autunno: i meteorologi parlano di un maggio straordinariamente piovoso, caratterizzato da temperature decisamente sotto la media stagionale, venti freddi e perturbazioni frequenti. Una situazione che rischia di protrarsi, a fasi alterne, fino alla fine del mese. Per i prossimi giorni è infatti prevista una fase di maltempo ancora intensa, a causa del continuo passaggio di impulsi perturbati di origine atlantica, soprattutto nel nord Italia. «L'area padana, tra l'altro, sarà interessata da un ulteriore peggioramento nel corso del fine settimana, con rischio di nuovi nubifragi» dicono i meteorologi. «Nello specifico, sabato una nuova perturbazione rinnoverà piogge e temporali, che domenica mattina interesseranno il Nord-Est e le regioni centrali, con tempo tuttavia in rapido miglioramento già dal pomeriggio» sottolinea in una nota Fabio Da Lio, meteorologo di 3B Meteo. Purtroppo la situazione non è destinata a migliorare con la prossima settimana: nonostante che le precipitazioni potrebbero calare, fino anche a scomparire tra lunedì e martedì, da mercoledì è prevista una nuova ondata di piogge, che dureranno per tutta la settimana. Solo da domenica 26 si preannuncia una fase di miglioramento: «Si ritiene probabile che una fascia anticiclonica si impadronisca di gran parte dell'Europa centro settentrionale ed occidentale. Di conseguenza il tempo dovrebbe evolvere verso una maggiore stabilità in particolare al Centro-Nord; il Sud invece dovrebbe risentire di influssi freschi settentrionali in discesa sul bordo orientale dell'anticiclone» spiegano ancora da 3B Meteo. Intanto, le perturbazioni dei giorni scorsi hanno provocato danni notevoli, come il crollo di un grosso albero - nella notte tra mercoledì e giovedì, in via Orti Romani.

La pianta si è schiantata sulle auto in sosta, danneggiando cinque vetture: parabrezza e lunotti sfondati, carrozzerie ammaccate, ma fortunatamente nessun ferito. Secondo i vigili urbani, si sono riscontrati danni anche alla parete di un edificio adiacente al parcheggio. C'e' anche preoccupazione per la forte crescita del livello dei corsi d'acqua della zona: il fiume Po ha raggiunto ieri i ... metri sotto lo zero idrometrico (all'idrometro di Cremona), e sulla sponda piacentina ha già allagato i campi in diversi punti, registrando una crescita di due metri in pochi giorni; il fiume Oglio in alcuni punti è già uscito dal suo alveo. Ma a preoccupare sono soprattutto le rogge, anche se la protezione civile sta monitorando costantemente la situazione. «Per ora è tutto sotto controllo» spiega l'assessore Claudio Demicheli. «Attendiamo l'ondata di piena del Po nei prossimi giorni, e stiamo cercando di lavorare per prevenire eventuali situazioni di emergenza, ma non prevediamo particolari difficoltà». Intanto i tecnici stanno lavorando al nuovo Piano per la Protezione civile, che non veniva aggiornato dal 1992. «Entro un mese e mezzo sarà pronto per essere presentato in Giunta e in Consiglio» conclude l'assessore. «Si tratta di una novità importante, che già dal prossimo autunno ci permetterà di gestire al meglio ogni situazione di emergenza».

di Laura Bosio

Segnala questo articolo su