“Amali: rifiuti=risorse”: la presentazione del progetto il 4 giugno a Madignano

+ 66
+ 21


Un’alternativa all’attuale gestione integrata dei rifiuti della provincia di Cremona è possibile. Ne sono convinti i firmatari del progetto “Amali: rifiuti=risorse”, che verrà presentato il 4 giugno alle 21 presso la sala Consiliare del Comune di Madignano (piazza Portici) dai firmatari: Maria Grazia Bonfante, capogruppo consiliare “Vescovato insieme si cambia”, Guido Ongaro, Vice Sindaco Comune di Madignano, Ferruccio Rizzi, capogruppo Consiliare “Forziamo gli eventi” di Casalmorano, e Riccardo Ulivi, caporguppo Consiliare “Apertamente” a Soncino. Il progetto è già stato presentato alla Provincia di Cremona, alla Commissione Ambiente Provinciale ed è stata già richiesta l’audizione alla Commissione Ambiente neo costituita di Regione Lombardia» (e già segnalato dal nostro giornale - leggi l’articolo e leggi l’articolo).

«Amali - spiegano i firmatari - è un progetto concreto e industriale che sollecita un cambio culturale: passare da una logica lineare dei nostri comportamenti che ci induce ad estrarre, utilizzare e buttare ad una logica circolare di riduzione, riuso e riciclo. Consta di tecnologia che riduce da subito i carichi ambientali, crea occupazione, riduce la tassa rifiuti, abbatte i costi delle materie prime per le imprese liberando risorse, consente un notevole risparmio energetico, fa decadere le procedure di infrazione dell’unione Europea.

Relatore alla serata del 4 giugno sarà Enzo Favoino, tecnico e ricercatore della Scuola Agraria del Parco di Monza, esperto di compostaggio e di raccolta differenziata, tra i fondatori dell’Ecn (European Compost Network) ed attualmente il Coordinatore del comitato scientifico di Zero Waste Europe.

Segnala questo articolo su