Cremona - La stagione lirica celebrerà Verdi e Wagner

+ 30
+ 35


Esordio il prossimo 5 ottobre con “Otello”, che torna al Ponchielli dopo oltre 40 anni.
Il 2013 è un anno ricco di ricorrenze musicali e il Teatro Ponchielli ha scelto di celebrarne almeno tre all’interno del cartellone della prossima stagione lirica. Quest’anno si festeggia, infatti, il bicentenario della nascita sia di Giuseppe Verdi che di Richard Wagner, autori tante volte messi a confronto come del tutto antitetici per il modo di comporre. In realtà, proprio i titoli scelti per commemorare il Cigno di Busseto, da un lato, e il teorico dell’opera d’arte totale dall’altro, potranno forse far emergere qualche punto di contatto. Di Wagner è stato scelto “Der fliegende holländer” (L’olandese volante), che verrà rappresentato al Ponchielli per la prima volta nella sua storia; di Verdi, invece, verrà proposto “Otello”, che manca dal teatro cremonese da oltre quaranta anni. Altro titolo legato ad una ricorrenza è “Tancredi” di Gioachino Rossini, anch’essa mai rappresentata al Teatro Ponchielli e di cui ricorre il bicentenario dalla prima esecuzione. Al grande repertorio del melodramma italiano di sovente esecuzione appartiene, invece, “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizetti, in cui, così come in “Tancredi”, debutteranno i vincitori provenienti dalla 64ª edizione del concorso Aslico per giovani cantanti lirici d’Europa. A chiudere il cartellone, “La finta semplice”, opera buffa composta da un giovanissimo Wolfgang Amadeus Mozart, a testimoniare l’attenzione del Teatro Ponchielli per la riscoperta di un periodo musicale assai fecondo ma poco esplorato. Il calendario: 2, 4 e 6 ottobre “Otello”, libretto di Arrigo Boito musicato da Giuseppe Verdi, direttore Giampaolo Bisanti e regia di Stefano De Luca. Il 18 e 20 ottobre “L’elisir d’amore”, libretto di Felice Romani musicato da Gaetano Donizetti, direttore Andrea Battistoni e regia di Arnaud Bernard. Il 15 e 17 novembre “Der fliegende holländer” (L’olandese volante), libretto e musica di Richard Wagner, direttore Roman Brogli-Sacher e regia di Federico Grazzini (l’opera viene rappresentata in lingua originale con sopratitoli in italiano). Il 28 e 30 novembre “Tancredi”, libretto di Gaetano Rossi musicato da Gioachino Rossini. direttore Francesco Cilluffo e regia di Francesco Frongia. Il 6 e 8 dicembre “La finta semplice”, libretto di Marco Coltellini musicato da Wolfgang Amadeus Mozart.

Segnala questo articolo su