Ritardi e disagi lungo la linea Cremona-Crema

+ 12
+ 18


I disagi tornano insieme al caldo lungo la linea ferroviaria Cremona-Crema, a solo una settimana dalla visita a Cremona dell'assessore regionale ai trasporti Del Tenno, il quale aveva illustrato un trend di miglioramento delle linee cremonesi. «Dopo sette giorni i nodi vengono al pettine e la verità è sotto gli occhi di tutti» ha detto il consigliere regionale del Pd Agostino Alloni in merito ai disservizi registrati proprio in questi giorni lungo la linea, che hanno arrecato pesanti disagi ai pendolari, costretti a rimanere tre ore in un convoglio vecchio e senza aria condizionata. Basti pensare che il treno del 17 giugno, partito da Cremona alle 17. 41, è arrivato a Crema alle 20.38. «Non siamo convinti della veridicità delle dichiarazioni fin troppo rosee dell’assessore. – dichiara l’esponete del Pd - La situazione non è migliorata rispetto agli altri anni e il bollettino di guerra che ogni giorno i pendolari redigono lo conferma. Sulle linee che percorrono la provincia cremonese persistono gli odiosi ritardi non più tollerabili a cui si aggiunge la totale carenza di informazioni da parte del personale». Secondo il Pd, Trenord si è dimostrata in difficoltà non solo nella gestione del servizio di trasporto pubblico ma anche nella risoluzione delle emergenze come i fatti accaduti ieri ad Olmeneta sulla linea Cremona-Crema.

«Piuttosto che ammodernare i treni ed investire su una linea che si può definire la cenerentola della Lombardia - spiega ancora Alloni – si è deciso, in questi ultimi mesi, di inviare senza una ratio dei treni diesel dismessi da altre linee regionali. Le linee cremonesi non hanno mai goduto di sufficiente attenzione da parte di Regione Lombardia: un esempio è il progetto del treno veloce, invocato dalla maggior parte dei pendolari ma liquidato bruscamente dalla Giunta nonostante la riforma del trasporto pubblico locale dica di creare collegamenti veloci tra capoluoghi. In previsione di Expo sarà bene che la Regione corra ai ripari». A questo proposito Alloni chiederà all'assessore Del Tenno di rispondere nel merito direttamente in Consiglio regionale e di dare risposte convincenti sul servizio offerto da Trenord per le linee del cremonese.

Segnala questo articolo su