Cremona - Un’estate di lavori in corso

+ 12
+ 16


Già partiti il cantiere di raddoppio della tangenziale e quello propedeutico all’eliminazione dei passaggi a livello.
Sono previsti molti lavori in citta', nei prossimi mesi, a partire dal già avviato cantiere per il raddoppio della tangenziale fino al casello autostradale, sulla via Mantova, che dovrebbe essere terminato entro settembre. Inoltre, le opere preventivate per l'eliminazione dei passaggi a livello di via Persico e di via Brescia e per la messa in sicurezza di via Dante. Di particolare rilievo i lavori per il raddoppio della tangenziale, che includono l'adeguamento della rotatoria di via Mantova, e che da un paio di mesi hanno comportato diverse modifiche alla viabilità, con l'apertura di passaggi provvisori. Il raddoppio permetterà di rendere più fluido il traffico nel tratto che dalla rotonda va fino all'ingresso dell'autostrada; un percorso che, specialmente nelle ore di punta, risulta pesantemente intasato, tanto che si formano spesso lunghe code. Altro intervento è quello del cantiere propedeutico all'eliminazione dei passaggi a livello. I lavori attualmente sono gestiti da Aem, che deve occuparsi di eliminare le interferenze dei sottoservizi per lasciare spazio alla realizzazione del sottopasso. Questo intervento comporta l'istituzione di senso unico di marcia con provenienza centro città e direzione periferia in via Persico nel tratto compreso tra via dell'Annona e via Esilde Soldi. Si è quindi istituito il senso unico di marcia in via Esilde Soldi per tutta la sua estensione con provenienza via Persico e direzione via Brescia, e un altro senso unico in via Francesco Soldi per tutta la sue estensione con provenienza via Brescia e direzione via Persico.

Al termine di questo primo cantiere, prenderanno il via i lavori veri e propri, che dovranno in ogni caso partire entro il 31 agosto, come previsto dal progetto ed essere terminati entro 430 giorni. Questo è solo il primo di un piano di lavori per eliminare sette passaggi a livello, per un intervento che ha un costo complessivo pari a 13.035.000 di euro, di cui 6.934.284 a carico della Regione, 3.100.716 del Comune di Cremona e i restanti 3 milioni di Rete Ferroviaria Italiana. Per quanto riguarda, nello specifico, via Persico, si tratterà di realizzare un sottopasso alla linea ferroviaria Cremona-Mantova con conseguente eliminazione del passaggio a livello presente. La strada che passerà sotto la ferrovia sarà larga 7.50 metri e affiancata da una pista ciclabile da 2.50 metri, per un ingombro totale pari a 10 metri. A completamento di questo primo step progettuale si prevede la riorganizzazione della viabilità limitrofa così da eliminare le conflittualità tra via Brescia, via Gallazzi e via Persico. I lavori prevedono la realizzazione di una rotatoria a raso su via Brescia (all'incrocio tra via Vecchia Dogana e via Gallazzi), una seconda rotatoria su via Persico, all'incrocio con via dell'Annona e via Gallazzi, ed infine la riqualificazione della via Gallazzi stessa; qui verranno ricavati 18 posti auto, 25 in via Persico in prossimità di via Cavo Cerca, e 6 presso l'impalcato ferroviario, per ripristinare la disponibilità di parcheggio ora presente. Verrà di conseguenza sistemato l'innesto con via Serafina e asfaltato l'attuale incrocio tra via Persico, via Cabrini e via Soldi, senza modificarne la geometria.

Le aree limitrofe alle rotatorie, ora sede stradale, verranno sistemate a verde. Per finire, il Comune ha approvato un intervento che prevede la revisione delle aree di incrocio tra le vie Dante e Vecchio Passeggio, Belfiore, Porta del Tempio. «Le soluzioni progettuali proposte, che saranno accompagnate da un'adeguata segnaletica orizzontale e verticale” dichiara l’assessore Francesco Zanibelli, «hanno lo scopo di ridurre i punti critici agli incroci ed evitare pericolose manovre per uscire dall'area parcheggio posta nella corsia di servizio a sud per immettersi nelle corsie di marcia a nord. Si tratta di opere che garantiranno maggiore sicurezza per gli utenti». Nei prossimi giorni, l’assessore Zanibelli e lo staff tecnico del Comune compiranno un sopralluogo per verificare l’efficacia delle misure da adottare. L’intervento, che sarà realizzato entro tre mesi, prevede una spesa di 100mila euro. Il Piano triennale delle opere pubbliche 2013- 2015 prevede in ogni caso ulteriori interventi di riqualificazione della via Dante, previsti per il 2014 per un importo pari a 3 milioni di euro, oltre a interventi per 12 milioni per la riqualificazione dell'area della stazione ferroviaria (il cui primo lotto prevede la realizzazione del parcheggio multipiano, della stazione degli autobus e della piazza ciclopedonale).

di Laura Bosio

Segnala questo articolo su