Convenzione tra il Comune e la Fondazione Museo del Violino

+ 13
+ 11


La Giunta comunale ha approvato lo schema di convenzione da stipularsi tra il Comune di Cremona e la Fondazione Museo del Violino Antonio Stradivari, finalizzata alla disciplina dei rapporti tra i due soggetti e al consolidamento del sistema di relazioni tra Comune e Fondazione. In particolare si è stabilito di concedere in uso gratuito, per un periodo di 15 anni, alla Fondazione Museo del Violino l’immobile di proprietà comunale (Palazzo dell’Arte). Viene altresì prevista la concessione in uso gratuito, sempre per un periodo di quindici anni, dei beni mobili attualmente facenti parte sia della collezione “Gli Archi di palazzo Comunale”, sia del Museo Stradivariano. «Con questo atto rendiamo concreto il nuovo Museo del Violino. – dichiara il sindaco Oreste Perri – Mancano ormai solo poche settimane all’apertura ufficiale di questo fondamentale tassello del Sistema Museale di Cremona. Un sogno che si traduce in realtà. Riunire in un unico ambiente il meglio della liuteria classica cremonese, un percorso espositivo dinamico, interattivo, coinvolgente, unico nel suo genere. Ed il tutto realizzato in pochi anni, grazie alla sinergia tra pubblico e privato Con l’apertura del Museo del Violino la nostra città avrà a disposizione un unicum mondiale, dove poter osservare ed ascoltare i nostri violini grazie alla presenza dell’auditorium. Per Cremona è veramente un momento eccezionale che completa la nomina Unesco della liuteria cremonese quale patrimonio culturale immateriale dell’umanità». Lo schema di convenzione recepisce e specifica i principi generali relativi in particolare ai seguenti aspetti: criteri tecnico-scientifici e standard gestionali orientati alla migliore conservazione, fruizione, promozione e valorizzazione delle collezioni; costruzione di sinergie con la realtà culturale e turistica del territorio, in particolare con il Sistema Museale della città di Cremona; realizzazione di finalità didattiche e di relazione con il mondo scolastico.

Segnala questo articolo su