Truffe ad anziani: due cremonesi fermati a Parma dalla polizia

+ 13
+ 9


Due giovani pregiudicati residenti a Cremona (anche se originari di altre regioni) sono stati rispediti a Cremona da Parma, colpiti da provvedimento di rimpatrio nella nostra città con foglio di via. I due sono stati fermati ieri a Parma dagli agenti della squadra volante nel corso di controlli su strada specificamente orientati alla prevenzione di truffe, ai danni soprattutto di anziani. Mentre monitoravano con attenzione i vari luoghi solitamente ‘interessati’ dal fenomeno truffe (istituti bancari, poste e zone residenziali della città), verso le 12.30, in via Repubblica, davanti ad una Banca, gli agenti hanno notato i due giovani: ben vestiti (forse per passare inosservati) sembravano intenti ad osservare la gente che entrava ed usciva dall’Istituto. I poliziotti hanno deciso di intervenire fermando i due per un controllo: si tratta di due soggetti italiani, di 21 e 31 anni, originari l’uno di Taranto e l’altro di Palermo, ambedue residenti a Cremona. Il più giovane dei due, dal controllo documentale, è risultato avere numerosi precedenti per truffa, uso fraudolento di carte di credito, estorsione, ricettazione e spendita di monete false, oltre ad un arresto per furto aggravato; su di lui, inoltre, gravava un divieto di ritorno dal Comune di Savona ed un avviso orale emesso dal Questore di Modena. L’altro, invece, ha precedenti per danneggiamento e uso fraudolento di carte di credito. Interrogati in merito alla loro presenza a Parma, i due non hanno saputo fornire spiegazioni plausibili, non avendo nessun interesse o legame con il territorio del Comune di Parma.

mi.sco.

Segnala questo articolo su