Albinoleffe Cremonese 2-2

+ 3
+ 6


All'Atleti Azzurri d'Italia un partita ricca di emozioni.
Testa a testa tra i Grigiorossi e gli Orobici. Albinoleffe in vantaggio al 34º grazie a un’incornata di Pesenti, pareggio con una zampata di Caridi. Bergamaschi di nuovo in gol nel secondo tempo con Viola, ma un colpo di testa all’80º di Françoise sigla il definitivo 2-2.

TABELLINO

Albinoleffe: Offredi, Salvi, Regonesi, Ondei, Taugourdeau, Allievi, Girasole (Piccinni), Maietti, Pesenti, Corradi (Pontiggia), Cisse (Viola)
A disp.: Amadori, Beduschi, Hetemaj, Calì

All. Madonna

Cremonese: Bremec, Abbate, Visconti, Loviso, Caracciolo, Bergamelli, Carlini (Brighenti), Martina Rini (Francoise), Abbruscato, Palermo (Baiocco), Caridi

A disp.: Galli, Avogadri, Moi, Casoli

All. Torrente

Arbitro: Baroni di Firenze
Reti: 35' Pesenti, 54' Caridi, 75' Viola, 80' Francoise
Ammoniti: Pesenti, Visconti, Allievi, Girasole, Viola


Il girone si annuncia molto equilibrato

Un girone tutto da vivere. Oltre a Cremonese ed AlbinoLeffe, che si sono sfidate ieri sera nell’anticipo televisivo di giornata, anche Virtus Entella e Pro Vercelli stanno marciando a punteggio pieno. I liguri, trascinati dal centrocampista Di Tacchio, tra i migliori in quel ruolo del girone, hanno infatti vinto entrambe le sfide di apertura, alla pari dei piemontesi, alla guida dei quali siede il giovane Cristiano Scazzola, ex centrocampista anche del Genoa in B, alla sua prima esperienza da allenatore di una prima squadra dopo qualche anno positivo come allenatore delle giovanili. Dopo solo due giornate di campionato è senza dubbio ancora prematuro dare giudizi o ancor di più fare previsioni: sta di fatto che, almeno sulla carta non sembrano esserci formazioni schiacciasassi, a prescindere come ad esempio poteva essere il Lecce lo scorso anno. O meglio, stando a sentire gli esperti, una ci sarebbe… ed ha lo stemma colorato di grigio e di rosso. Scaramanzia a parte, visto l’entusiasmo che il popolo grigiorosso sta manifestando di aver ritrovato nei confronti della truppa guidata da Torrente, sembrano esserci i presupposti per una stagione positiva. Abbruscato è senza dubbio il principale biglietto da visita con cui presentarci alle difese avversarie, ma dietro di lui c’è una squadra che sgobba, ha fame e forse, finalmente, si sta forgiando come gruppo. La strada è senza dubbio molto lunga, ma la sensazione è che, anche grazie ad una figura come quella di Gigi Simoni, si possano trovare anche e soprattutto a livello societario, i giusti equilibri per affrontare i periodi difficili e non perdere di vista l’obiettivo grosso.

Segnala questo articolo su