Rissa con mazze e ascia a Vescovato: 5 indiani arrestati dai carabinieri

+ 88
+ 21


Sono stati arrestati dai carabinieri della stazione di Vescovato gli indiani che, nella tarda serata di sabato, avevano dato luogo ad una maxi rissa in piazza Europa al centro del paese con botte e mazzate. In base alla pista investigativa seguita dai militari sembra che l’episodio si possa inquadrare come un regolamento di conti per motivazioni legate a droga non pagata dalla vittima. Addosso ad uno degli indiani infatti è stata trovato un quantitativo di sostanza stupefacente.

Come delineato nella conferenza stampa organizzata oggi pomeriggio nella sala briefing del comando di viale Trento Trieste, sono in tutto cinque gli arresti formalizzati dai carabinieri di Vescovato nell'intervento guidato dal maresciallo Andrea Grammatico prima che potesse accadere il peggio. Sotto sequestro infatti, oltre ad alcune mazze, è finito anche un lungo tubo metallico, ad un’estremità del quale era stata saldata una piastra tagliente di metallo in modo da trasformarlo in una rudimentale ascia, in grado di provocare ferite da taglio anche gravi.

A finire in manette sono stati Sukhvinder Singh, 30 anni, Kuljit Birah, 33 anni, Rajbir Singh, 22 anni, Jaspreet Singh Grewal, 26 anni, Ravinder Singh, 26 anni. Gli ultimi quattro, verso le 23.30 di sabato avevano messo in atto la spedizione punitiva a casa di Sukhvinder Singh. Quest’ultimo è stato ricoverato con numerose contusioni al volto (7 giorni di prognosi) e con in corpo un certo quantitativo di stupefacente. In ospedale è finito anche Rajbir Singh con una prognosi di tre giorni. Addosso a lui i carabinieri hanno trovato 2 grammi di eroina e del metadone. Tutti elementi che hanno indotto gli inquirenti a ritenere che all’origine del fatto possano esserci questioni legate alla cessione di sostanze stupefacenti. In questa direzione sono inoltre in corso indagini da parte degli inquirenti, per identificare la fonte dell’approvvigionamento. Processati per direttissima, i cinque hanno tutti patteggiato 8 mesi di reclusione con pena sospesa.

mi.sco.


Segnala questo articolo su