La Cremo stasera in campo per consolidare il primato solitario in classifica

+ 15
+ 11


Stasera allo “Zini” importante anticipo con il Como per consolidare il primato solitario in classifica.
Serata tutta da vivere quella alla quale è attesa stasera la Cremonese di mister Torrente, di scena alle 20.45 allo stadio “Zini” contro il Como. Una sfida anticipata come da prassi per esigenze televisive, che tuttavia apre il sesto turno di campionato, il primo che vede la squadra grigiorossa capolista solitaria del girone. Una vertigine che mancava da qualche anno, che tuttavia dovrebbe contribuire a far riempire lo “Zini” stasera come ai bei tempi. La vittoria in rimonta di Reggio Emilia ha galvanizzato ulteriormente un ambiente che quest’anno vuole crederci per davvero. La strada è ancora lunghissima, ma ormai questo è un ritornello che tutti sappiamo e di cui si è perfettamente consapevoli. Come ciliegina sulla torta, abbiamo visto all’opera anche il baby portiere Galli, subentrato al posto di Bremec nella seconda parte della ripresa e che con quell’intervento in uscita bassa nei minuti finali ha salvato di fatto una vittoria molto importante, confermando quanto buono dicono di lui gli addetti ai lavori. Nel Como, peraltro, troveremo due importanti ex a cui la curva dedicherà probabilmente un coro di saluto: gli ex capitani Giovanni Fietta e Beppe Le Noci. Due elementi andati via con un pizzico di dente avvelenato, dai quali sarà meglio non distogliere l’attenzione, specie dal secondo.

In settimana, come noto, alla Cittadella dello Sport si sono visti all’opera molti personaggi illustri tra membri dello staff tecnico federale (Di Biagio, Toldo, Ferrara…), ai componenti delle due nazionali baby (Under 20 e Under 21); il tutto sotto l’occhio vigile di Arrigo Sacchi. Un ulteriore segnale (qualora ancora ne servissero) che struttura e ambiente sono pronti per l’ambìto salto di categoria. Ora la parola al campo. Chiudiamo con un grande in bocca al lupo rivolto a Lorenzo Degeri, rimasto vittima di un brutto, quanto fortuito scontro di gioco nell’amichevole di lusso giocata dal Pavia contro la Juventus. In una delle prime azioni di gioco, Degeri è stato colpito alla testa da una ginocchiata fortuita di Padoin ed è svenuto. E’ stato subito soccorso dai medici presenti a bordo campo e, come da prassi, è stato anche applicato un defibrillatore semiautomatico, per monitorare la situazione. Degeri ha ripreso coscienza e già sull’ambulanza, che lo ha portato all’ospedale Cto di Torino per accertamenti, rispondeva agli stimoli e alle domande che gli venivano poste. Il giocatore è stato visitato dal professor Benech e tutti gli esami hanno dato esito negativo.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): Galli; Avogadri, Moi, Bergamelli, Visconti; Armellino, Baiocco, Loviso; Casoli, Abbruscato, Brighenti. All.: Torrente.

Segnala questo articolo su