Cremo a Pavia per un altro successo

+ 6
+ 8


L’infortunio di Abbruscato (stagione finita) costringe la società a tornare sul mercato. Al momento si valuta Cipriani.
Non si può mai stare tranquilli. La boccata d’ossigeno fornita dalla vittoria in casa del San Marino è stata infatti subito interrotta dall’infortunio di Elvis Abbruscato, che proprio durante la gara di sabato scorso ha rimediato la lesione di menisco e crociato. In due parole: stagione finita. Una brutta tegola per una Cremonese che aveva scommesso fortemente sul-l’esperto attaccante, nonostante sia sempre partito dalla panchina nelle ultime uscite. In questo modo, la società si vedrà sostanzialmente costretta a tornare sul mercato a gennaio alla ricerca di una prima punta da poter alternare a Brighenti, la cui firma è stata decisiva proprio a San Marino. E’ lui, di fatto, l’unico vero bomber al quale ora come ora ci si può appellare. Negli ultimi giorni, all’ombra del Torrazzo si sta allenando Giacomo Cipriani, classe ’80, centravanti alto e forte fisicamente che ha poco bisogno di presentazioni, ma ormai sulla via del tramonto specie dopo i lunghi infortuni che lo hanno accompagnato dopo le belle stagioni alla Spal e limitato in quelle successive al Benevento.
Lo scorso anno, nel Sannio, è rimasto fermo per circa cinque mesi; costringendo così la società campana a imporre la rescissione consensuale del contratto, inizialmente in scadenza a giugno 2014. Al momento, pertanto, Cipriani risulta essere svincolato, ma avrà tempo da qui a fine gennaio per provare a convincere anche i più scettici che potrà essere lui il nuovo vice-Brighenti. Lo sguardo all’immediato futuro, pertanto, non può che essere speranzoso e determinato: all’orizzonte, infatti, ci sono due sfide (contro Pavia e Carrarese) tutto sommato alla portata. Si inizia domani al “Fortunati” di Pavia, stadio storicamente ostico, nel quale rivedremo due ex pronti a farsi rimpiangere come Degeri e Carotti, in ordine di classe. Per l’occasione, Torrente si vedrà costretto a rinunciare anche allo squalificato Abbate, fermato per una giornata dal giudice sportivo. Rientra invece a disposizione Loviso in cabina di regia dopo il turno di squalifica e a questo punto il sacrificato illustre, almeno nell’undici iniziale, potrebbe essere Baiocco.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): Galli; Avogadri, Caracciolo, Bergamelli, Visconti; Armellino, Loviso, Palermo; Casoli, Brighenti, Carlini. All.: Torrente.

Segnala questo articolo su