La Pergolettese vuole rialzare subito la testa

+ 13
+ 13


Archiviata la sconfitta di Bassano (maturata al 90’) i gialloblu cercano i tre punti contro la modesta Torres
E due… Dopo il Rimini all’ottava giornata, anche il Bassano segna contro il Pergo all’ultimo minuto e vince la partita per 1-0: una beffa. Gol al 90’ di Pietribiasi, solo al centro dell’area in posizione di dubbio fuorigioco, naturalmente non rilevato né dall’arbitro né dal segnalinee. Umiltà e impegno stavolta non sono bastati, ma perdere così non è la regola, è l’eccezione. La Pergolettese non solo non aveva demeritato il pareggio, ma addirittura poteva aspettarsi qualcosa di più, avendo giocato tutto il secondo tempo in 10 per l’espulsione di Ferri (avvenuta a primo tempo ormai scaduto!) ed avendo avuto le occasioni più pericolose per segnare con un Bardelloni super: soprattutto alla mezz’ora del primo tempo e al 19’ del secondo tempo. Il Bassano dal canto suo può rivendicare il proprio impegno nel quarto d’ora finale del primo tempo, un possesso palla maggiore nella ripresa e una spinta agonistica nei dieci minuti conclusivi della partita: forse la differenza l’ha fatta Guccione, entrato fresco al 41’ al posto di Furlan, con la difesa del Pergo che non ha saputo prendere per tempo le opportune contromisure. Ma questi sono dettagli. Naturalmente ha pesato molto di più l’espulsione di Ferri (che dalla tribuna nessuno ha capito) che ha costretto mister Giunta, all’inizio della ripresa a togliere Bertazzoli per Sambugaro, arretrando Tacchinardi e subito dopo a togliere l’appannato e acciaccato Esposito per Di Cesare. Un centrocampo e un attacco molto diversi da come erano stati impostati all’inizio. Il Pergo esce dal campo di Bassano a testa alta: si conferma in crescita Jovine, specialmente nel primo tempo; un calo di concentrazione invece per Esposito che non ha saputo trovare, come era avvenuto nella partita con il Monza, una più incisiva posizione in campo. La sconfitta è certamente frutto di un episodio sfortunato, che non sminuisce l’impegno e la qualità di gioco messa in campo dai Gialloblù. E’ mancato un punto in classifica, non il valore della squadra. Per questo occorre subito guardare avanti per una serie di partite che sulla carta si presentano - senza sottovalutare nessun avversario - assolutamente alla portata della Pergolettese. A partire da quella di domani contro la Torres. La squadra sarda è terz’ultima in classifica con 10 punti; ha perso anche sabato scorso in casa contro la Virtus Verona, portando a quattro le sconfitte casalinghe su sei partite giocate. A Sassari serpeggia aria di crisi, cosa da cui occorre guardarsi perché può creare reazioni difficili da contenere. La fatica enorme nel far gol - 11 in totale - accosta il Torres un poco alla Pergolettese (ugualmente 11 in totale), che quindi certamente dal canto suo non è certo molto prolifica: attendiamo pronta smentita dal campo! Per concludere, il nuovo preparatore dei portieri è Emilio Tonoli.

2ª DIVISIONE
12ª GIORNATA Bassano- Pergolettese 1-0, Cuneo-Alessandria 1-0, Delta Porto Tolle- Bellaria Igea Marina 1-1, Forlì-Spal 1-1, Monza-Mantova 1-2, Renate- Bra 2-0, Rimini-Castiglione 1-2, Santarcangelo-Real Vicenza 2-0, Torres-Vecomp 1-2.
13ª GIORNATA (24-11 h 14.30) Bassano-Monza, Bellaria Igea Marina-Santarcangelo, Bra- Forlì, Castiglione-Cuneo, Mantova- Alessandria, Pergolettese-Torres, Rimini-Delta Porto Tolle, Spal- Real Vicenza, Vecomp-Renate.
CLASSIFICA Bassano 24; Real Vicenza 23; Santarcangelo 22; Rimini 21; Renate 20; Pergolettese, Monza 19; Vecomp 18; Cuneo 16; Alessandria 15; Spal, Mantova 15; Forlì 12; Delta Porto Tolle, Bellaria Igea Marina 11; Torres 10; Castiglione 9; Bra 5.

Segnala questo articolo su