Bando a sostegno degli interventi per la salute e sicurezza sul lavoro

+ 4
+ 9


E’ stato pubblicato on line il bando Inail a sostegno degli interventi per la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro. L’intervento prevede uno stanziamento complessivo pari a 307,359 milioni di euro ripartiti in budget regionali: per la Lombardia si tratta di 49,3 milioni di euro. L’obiettivo è sostenere la realizzazione di nuovi investimenti finalizzati a ridurre, eliminare e/o prevenire le cause di infortuni o di fattori di rischio e l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale. A livello regionale il bando è aperto a tutte le imprese con unità produttiva attiva in Lombardia, purché non abbiano già beneficiato del contributo Inail nell’ultimo triennio. Gli investimenti possono ad esempio riguardare la ristrutturazione e la modifica strutturale o impiantistica degli ambienti di lavoro, le modifiche del layout produttivo, l’installazione, la sostituzione o l’adeguamento di macchine, dispositivi o attrezzature messe in servizio prima del 21 settembre 1996. Gli interventi devono mirare alla riduzione o eliminazione di fattori di rischio quali ad esempio l’esposizione a sostanze pericolose, agenti cancerogeni e mutageni, amianto, la movimentazione manuale di carichi, il rumore, e il rischio di incendio ed esplosione. I progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, sono invece relativi a sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL), modelli organizzativi e gestionali ex D. Lgs 81/2008, rendicontazione sociale asseverata. Tutti gli investimenti dovranno essere realizzati successivamente all’approvazione del progetto da parte dell’Inail ed entro i 12 mesi successivi. E’ prevista la concessione di un contributo a fondo perduto fino al 65% delle spese ammissibili e nel limite di 130 mila euro per impresa, il contributo minimo è pari a 5 mila euro. Le imprese interessate dovranno compilare la domanda accedendo alla procedura informatica disponibile sul sito www.inail.it nel periodo compreso tra il 21 gennaio e l’8 aprile 2014. Tale sistema consentirà inoltre all’imprenditore di effettuare delle simulazioni e verificare il raggiungimento del punteggio minimo di ammissibilità sulla base delle caratteristiche dell’impresa e del progetto presentato. Le domande inserite dovranno essere successivamente inoltrate on-line secondo i termini di apertura e chiusura dello sportello informatico variabili, su base territoriale.

Segnala questo articolo su