Una Pergolettese rinfrancata cerca l’impresa Real

+ 9
+ 11


Il successo sul Bellaria ha ridato fiato a una squadra che sfida domani la terza in classifica.
Dopo due mesi esatti la Pergolettese torna a vincere: lo fa contro il Bellaria per 1-0. Le buone notizie, però, finiscono qui. Si potrebbe forse aggiungere la buona vena mostrata da Jeda, che ha sventagliato palloni a destra e a manca dell’attacco gialloblu. Si potrebbe anche dire del discreto esordio del neo acquisto Tiboni, che si è mosso bene, specie nel primo tempo, in pratica come unica punta avanzata. Si dovrebbero anche ricordare le troppe assenze nelle file del Pergo, specie quelle di tre pedine fondamentali come Zanola, Bardelloni e Marinoni. Ma dopo tutto questo, i conti di una squadra ritrovata non tornano. Specialmente nel secondo tempo la squadra è parsa slegata nelle sue componenti, a corto di forze a centrocampo, incerta in difesa anche nei suoi uomini migliori. La partita è finita con un sospiro di sollievo dei 500 ecento infreddoliti spettatori presenti e certamente anche dell’allenatore e dei giocatori gialloblu. Nel primo tempo, invece, il gioco è stato migliore pur senza mai entusiasmare. Eppure il Pergo aveva di fronte un Bellaria diligente nel gioco, ma pur sempre penultimo in classifica. Comunque sia il numero otto Beghetto al 5’ impensierisce subito Grandi con un colpo di testa pericoloso. Subito dopo è però capitan Scietti che si spinge in avanti e fa partire un gran tiro che probabilmente avrebbe messo in difficoltà il portiere biancorosso Guerci, se non fosse stato involontariamente ribattuto da Davini. Al 19’ tiro di Sambugaro con palla deviata da un difensore, che si impenna e finisce sulla traversa a portiere battuto. Finalmente al 23’ il gol: un calcio d’angolo battuto da Jeda viene ribattuto debolmente della difesa, forte tiro a mezz’altezza dai venti metri di Davini che si insacca alla sinistra del portiere. Non particolarmente efficace la reazione del Bellaria, che però procura due ammonizioni in tre minuti dal 40’ al 42’ prima di Davini e poi di Sambugaro. Nel secondo tempo – quando ti aspetti una Pergolettese rinfrancata dal gol di vantaggio – si vedono invece riapparire i soliti fantasmi: gioco spesso involuto, incertezza sul da farsi e gambe molli. La squadra ospite si fa coraggio e prende a giocare palla; per fortuna nelle file del Bellaria non ci sono giocatori in grado di far male. Al 20’ il solito Beghetto filtra in area, ma Grandi respinge in angolo. Al 21’ si infortuna Davini e viene sostituito da Ferrara. L’ingresso di Tacchinardi per uno stanco Sambugaro (al 42’) permette di stringere le maglie difensive e di portare a casa finalmente i tre punti che danno un po’ di ossigeno ad una classifica deficitaria. La vittoria è arrivata, la certezza per il Pergo di poter affrontare alla pari almeno le squadre di metà classifica non ancora. Potrebbe trattarsi di convalescenza, almeno così si spera. A partire da domani in trasferta a Vicenza con un occhio al bomber Alessandro al vertice della classifica dei marcatori con ben 17 reti. Il 15 settembre scorso un altro Pergo era riuscito a battere il Real per 3-1. Un bel ricordo che potrebbe dare coraggio.

MERCATO La società gialloblu ha tesserato il terzino sinistro Federico Rizzi (cremonese classe ’81), in arrivo dalla Salernitana

2ª DIVISIONE 19ª GIORNATA Bassano-Delta Porto Tolle 2-2, Bra-Rimini 1-2, Castiglione-Vecomp Verona 0-0, Mantova-Real Vicenza 0-0, Monza-Spal 2-2, Pergolettese- Bellaria 1-0, Renate-Forlì 0-1, Santarcangelo-Cuneo 0-0, Torres- Alessandria 2-1.

20ª GIORNATA (19-01 h 14.30) Alessandria-Monza, Bellaria-Castiglione, Cuneo-Renate, Delta Porto Tolle-Bra, Forlì-Torres, Real Vicenza-Pergolettese, Rimini- Santarcangelo, Spal-Bassano, Vecomp Verona-Mantova

CLASSIFICA Bassano 39; Santarcangelo 38; Real Vicenza 34; Renate 30; Spal, Vecomp 29; Rimini 28; Mantova, Alessandria 27; Monza 26; Pergolettese, Forlì 25; Cuneo 24; Delta Porto Tolle 22; Torres 21; Castiglione 16; Bellaria 11; Bra 5.

Segnala questo articolo su