Un’Alice underground sul palco a Casalmaggiore

+ 20
+ 15


Mercoledì al Sociale va in scena un cartoon teatrale realizzato con più di trecento disegni.
Mercoledì 29 gennaio, alle ore 21, il Teatro dell’Elfo propone a Casalmaggiore “Alice underground”, tratto da Lewis Carroll. Si tratta di uno spettacolo scritto, diretto e illustrato da Ferdinando Bruni e Francesco Frongia. Le avventure di “Alice nel paese delle meraviglie” e “Al di là dello specchio” sono state rivisitate da generazioni di artisti, filosofi, poeti, registi, ma da questi testi continuano a emergere una moltitudine - o piuttosto una “moltezza”, una “muchness” come dice il Cappellaio Matto - di possibili interpretazioni. Ferdinando Bruni e Francesco Frongia ne sono stati catturati e hanno ripercorso le suggestioni del testo e la sua realtà “insensata”, sospesa e sovvertita: il loro spettacolo sorprende per le invenzioni sceniche, sospese tra tecnologia video e arte del disegno. “Alice underground” è un cartoon teatrale realizzato con più di trecento disegni, dipinti ad acquerello con pazienza certosina e quindi animati in un flusso continuo di proiezioni, nelle quali gli attori in carne e ossa si perdono per poi ritrovare la dimensione del sogno e dell’infanzia.

Una scatola magica dove è possibile contestare il senso delle parole, inscenare assurdi indovinelli, mettere in dubbio le nostre certezze. Accanto ad Alice, interpretata a una “perfetta, anzi perfettissima” Elena Russo, tre attori che danno corpo e voce a ventisei personaggi di Carroll, trasformandosi senza tregua e interpretando dal vivo anche una colonna sonora di canzoni che prendono a prestito le note dei Roxy Music, dei Pink Floyd, dei Beatles, dei Rolling Stones. Filastrocche, strofe in rima e poesie sono state rielaborate in un tessuto musicale da cui sarete catturati perché, come suggerisce la Duchessa delle avventure di Alice: “Chi semina suoni raccoglie senso”. Perché un’Alice underground? Prima di pensare alla cultura antagonista, ricordiamoci che il titolo della prima stesura del capolavoro di Lewis Carroll (scritta e illustrata a mano dall’autore per la piccola Alice Liddell) era proprio Alice underground; a sottolineare che si tratta di un viaggio sottoterra, nei territori misteriosi del sogno e dell’inconscio, alle radici dell’individuo e della collettività.

Segnala questo articolo su