Ex Hotel Bristol di Toscolano Maderno in vendita. Torchio: «La valutazione dell’immobile è adeguata?»

+ 71
+ 11


La valutazione dell’ex Sanatorio di Toscolano Maderno (alias Hotel Bristol) è adeguata? A chiederlo è il consigliere provinciale Giuseppe Torchio in un’interrogazione urgente a risposta orale presentata alla Giunta Provinciale guidata da Massimiliano Salini. «Fonti giornalistiche - premette il consigliere - hanno riferito di una valutazione ritenuta al ribasso del prestigioso immobile, noto come Istituto Cremonesi o ex Sanatorio, o, ancora, come Hotel Bristol, posto sul lungolago Zanardelli di Maderno (Superficie Lorda Complessiva mq.4.135,00 a cui si aggiungono mq.7.200 di parco), location tra le più amene dell’intero lago di Garda, ed il valore attribuito in occasione del suo conferimento al Fondo Immobiliare Eridano oggi non risulterebbe in linea con il mercato internazionale.

Le predette fonti - prosegue Torchio - sulla base di referenze locali a livello tecnico-amministrativo, confermerebbero una valutazione dell’immobile non adeguata all’attualità. Pur riferita ad un andamento non certamente lusinghiero del mercato, sarebbe, comunque, successiva ed in aperta contraddizione all’avvenuta approvazione della variante di valorizzazione urbanistica concordata dalle precedenti amministrazioni del Comune di Toscolano Maderno e della Provincia di Cremona ed estensiva delle possibilità di utilizzo ai comparti sanitari, residenziali, alberghieri, etc. dell’immobile di pregio in esame, già oggetto di cospicui interventi da parte dell’Istituto Ospedaliero di Sospiro, a seguito di convenzione d’uso 99nnale, successivamente superata. Al riguardo, ad avviso degli stessi ambienti amministrativi gardesani, il pregevole compendio immobiliare andrebbe “riperiziato” e potrebbe godere, aldilà del mercato italiano, di una valutazione comunque superiore collegata alla forte appetibilità del Lago per gli investimenti, da tempo meta di operatori Tedeschi e da qualche tempo degli stessi Russi. Inoltre - puntualizza il consigliere - la struttura è destinata a diventare sempre più appetibile anche a fronte degli ultimi progetti definitivamente bocciati e non solo dalla Soprintendenza ai Monumenti di Brescia, per nuovi insediamenti alberghieri, previsti, in precedenza, proprio nel comune di Toscolano Maderno.

Tale circostanza avrebbe attirato l’attenzione degli amministratori del comune del Sebino e sarebbe al centro di polemiche ed animati dibattiti a livello locale con inviti alla Provincia di Cremona a vigilare sul valore dell’immobile e sul suo utilizzo, previa la compensazione, a suo tempo pattuita e riferita ad opere quantificate in circa 450 mila euro per l’attrezzamento a spazi collettivi di un’area attigua alla costruzione». Torchio interroga dunque la Giunta per sapere anzitutto «se risponda a verità quanto descritto dalla stampa e raccolto a livello degli amministratori e degli operatori locali». Ma il consigliere chiede anche «se in presenza di una forte valorizzazione dell’area, la Giunta non intenda operare per una doverosa rettifica, in aumento, dei valori periziati; se, non intenda mantenere l’immobile o il suo controvalore nella totale disponibilità della Comunità Cremonese, per le finalità indicate nella donazione modale; e se - infine - il Fondo Immobiliare Eridano, a cui tale compendio è stato ceduto, abbia in corso trattative ed in direzione di quali utilizzi dell’immobile stesso».

Segnala questo articolo su