Crema - Piove dentro le scuole del Comune

+ 29
+ 29


Prima in via Braguti, poi a Ombriano. Sospese le lezioni. L’assessore Bergamaschi: «Questi edifici sono datati».
Il 17 gennaio era toccato alle aule della scuola Braguti, il 4 febbraio è stata la volta delle scuole elementare e media di Ombriano. Tutte hanno subito dei danni per infiltrazione d'acqua piovana. Nel primo caso, i bambini sono stati rimandati a casa, dopo l'allarme dato dai bidelli che, arrivati al lavoro, si sono accorti del completo allagamento di due aule al primo piano e di una zona comune al pianterreno. Causa dell’allagamento: un problema nelle gronde di scarico dell’acqua piovana, nonostante l'intervento di pulizia nei giorni precedenti. Scuola elementare e media di Ombriano sotto l'acqua. Martedì scorso l'acqua è scesa in segreteria, nell'atrio e nelle scale del plesso della frazione, mentre un secchio è stato posizionato in palestra, per raccogliere le gocce provenienti dal soffitto. Anche l'anno scorso, nello stesso istituto, si era verificato il medesimo incidente, a cui si era rimediato con una soluzione tampone. A quanto pare, sembra giunto il momento di interventi più strutturali. «L'edilizia scolastica è una priorità di questa amministrazione » interviene l'assessore ai Lavori pubblici, Fabio Bergamaschi. Che continua: «Da qui ai prossimi anni, compatibilmente con le risorse disponibili, intendiamo mettere mano a una serie di soluzioni critiche, che non riguardano solo le infiltrazioni di pioggia. Penso, ad esempio, alla ex Folcioni, il cui edificio presenta una facciata da sistemare e, tra le altre cose, elementi non a norma: gli infissi delle finestre. Il tutto costa attorno ai 120mila euro. Vedremo se riusciremo a ottenere il finanziamento dal Ministero competente; ad ogni modo, finanziamento o meno, è una nostra priorità, già concordata da tempo con il sindaco. Si potrebbe valutare, in caso negativo, di utilizzare parte di quei 375mila euro ricavati dalla vendita dell'ex Corpo di Guardia». A proposito di finanziamenti ministeriali, sono arrivati 100mila euro per il consolidamento anti sismico della scuola dell'infanzia di via Curtatone e Montanara. Ma da sistemare c'è anche la pavimentazione della palestra della scuola media di via Rampazzini, ormai usurata. E tornando alle infiltrazioni, ci sono altri edifici scolastici soggetti a questo tipo di problemi? «Gli uffici comunali non mi hanno segnalato altre emergenze» risponde sempre Bergamaschi. «Certo, dobbiamo fare i conti con degli edifici spesso datati, un fattore che, unito al maltempo insistente degli ultimi giorni, accresce il rischio di disagi. È evidente che oggi non possiamo intervenire per consolidare tutte queste strutture, ma è bene cominciare ».

Segnala questo articolo su