Crema - Carnevale, si parte il 16 febbraio

+ 16
+ 15


Evento lungo quattro domeniche (l’ultima il 9 marzo). Le novità.
Gran carnevale cremasco, sta per partire la 28.ma edizione. Quattro le domeniche di sfilate a partire dal 16 febbraio (poi 23 febbraio, 2 e 9 marzo). Come è tradizione, c’è voluto un intenso anno di lavoro che ha coinvolto almeno 50 volontari, tra cui elettricisti, carpentieri, falegnami, pittori. Se i nostri carri, lunghi ognuno 18 metri, costruiti in cartapesta, che sfileranno nel tradizionale percorso con epicentro in piazza Giovanni XXIII e nelle vie adiacenti a porta Ombriano. Ma c’è una novità: il Carnevale cremasco avrà il suo inno che sarà suonato dall’orchestra «Il Trillo» sabato 15 febbraio al San Domenico. Ha sottolineato il presidente del Comitato del carnevale cremasco, Eugenio Pisati: «Sono orgoglioso della collaborazione che abbiamo attivato nelle scuole. Dagli alunni delle elementari che abbiamo coinvolto in laboratori, spettacoli e concorsi, agli studenti delle Marazzi che hanno realizzato i costumi per il carro di Pinocchio, a quelli dello Sraffa che hanno seguiti corsi di scenografia e ristrutturato il trenino Beniamino dedicandolo ai monumenti di Crema». Tre i gruppi storici che si daranno battaglia: i «Barabèt», gli «Amici » e i «Pantelù». Ora si spera in un grande pubblico: più delle 40mila presenze che hanno caratterizzato le scorse edizioni. Ad animare la sfilata anche quest’anno ci saranno gruppi provenienti da tutta Italia e dall’estero. Presenti ancora il Carnevale dei bambini, con gonfiabili, truccabimbi, e col trenino Beniamino in largo Falcone e Borsellino, i mercatini in piazza Aldo Moro il 23 febbraio e il 2 e 9 marzo, le visite guidate della città con i pacchetti per turisti comprensivi di visita, pranzo e ingresso alla sfilata. Confermata anche la mostra in piazza Duomo di motociclette e macchine d’epoca curata dal Motoclub Crema per il 16 febbraio e il raduno dei camperisti dal 28 febbraio al 2 marzo. «In questa edizione» ha ricordato il presidente Pisati, «ci è venuto a mancare il supporto di uno dei volontari storici del Comitato. Ci ha lasciato, infatti, Piero Vailati, e a lui vorremmo dedicare questa edizione del Gran Carnevale». Un ricordo che si è concretizzato in una delle tante iniziative benefiche del Comitato, ovvero una donazione alla Lega Tumori.

Segnala questo articolo su