Mission impossible per la Vanoli

+ 9
+ 14


Il successo con Pistoia ha regalato due punti preziosi alla squadra di Pancotto, ma la strada che porta alla salvezza è ancora lunga.
Ci voleva proprio il successo su Pistoia (81-76), per far punti sul fondo classifica che diventa sempre più rovente, poiché nessuno molla e sia i biancoblu che Montegranaro e Pesaro cercano in ogni modo di evitare l’ultima scomodissima piazza. Con Pistoia si è vista una gara non bella sotto l’aspetto puramente tecnico, ma godibilissima dai punti di vista dell’intensità e dell’ardore agonistico. Fisicamente una gran battaglia, con i cinque americani di Pistoia ad esaltare le loro virtù fisiche, ma di contro la Vanoli a cercare di resistere, a rimbalzo soprattutto, sino al successo finale, per poi uscire all’ultimo con grande autorevolezza. A questo recupero negli ultimi minuti, partendo dai vantaggi di Pistoia, ha provveduto tatticamente coach Pancotto che ha messo Ndoja nel ruolo di ala piccola e Rich a portar palla, scombussolando un po’ i piani di Paolo Moretti che da par suo ci pare abbia fatto bene il suo lavoro. Ma strategicamente pensiamo che determinante sia stata la mossa di Pancotto che ha portato al sorpasso negli ultimi 3 minuti. Rich ha preso per mano i suoi, dopo aver parecchio “spadellato” in precedenza. Insomma, gran battaglia e successo meritato con tutti i biancoblu (stavolta in sgargiante divisa gialla) a meritarsi sufficienza piena ed elogi per la combattività e l’impegno. Ora il calendario propone due trasferte difficilissime, la prima a Cantù, la seconda a Roma. Non c’è da stare molto sereni anche se mai darsi per battuti prima di combattere, poiché con Cantù si è vinto all’andata e... non hai visto mai? Roma è certamente meno competitiva dei lombardi di Marco Cusin, ma in casa sua fa veramente paura. Per preparare al meglio la sfida con Cantù, la Vanoli ha affrontato mercoledì in amichevole la Tezenis Verona (protagonista nel campionato di Lnp), vincendo 88-77. Da segnalare il rientro di Chase e l’infortunio alla caviglia occorso a Woodside, che lo mette in forse per domani Infine, è saltata un’altra panchina in serie A: dopo la netta sconfitta casalinga contro Sassari, Varese ha esonerato coach Fabrizio Frates e ha affidato la squadra a Stefano Bizzozi.

Segnala questo articolo su