Gussola, la sinistra candida Belli Franzini

+ 24
+ 19


Il 30enne già segretario del locale Pd sarà a capo di una lista civica.
Dopo che nei primi tempi, alla luce dell’accordo per presentare una lista della sinistra unita, erano usciti vari nomi di papabili candidati sindaco, col passare dei giorni l’opzione Stefano Belli Franzini si era fatta largo, ed ora la candidatura è ufficiale. Giovedì Belli Franzini, 30enne impiegato tecnico e solo da ottobre segretario locale del Pd, si è presentato in una conferenza stampa assieme ai due capigruppo di minoranza Mirko Fortunati e Pierluigi Franchi, a suggellare l’accordo per una lista (civica) di sinistra unica. Franchi ha ripercorso le fasi dell’accordo, e sulla pista ciclabile ha detto: «Un’azione dal significato politico. L’ascolto dei cittadini ha portato ad una visione concreta delle priorità». La scelta di Belli Franzini: «E’ conseguente alla volontà di rinnovamento, coinvolgendo nuove generazioni e capacità». Sulla proposta del sindaco Chiesa di convergere in una lista unica Fortunati ha detto: «Una buona idea, di questi tempi è la soluzione migliore. L’approccio è stato sbagliato. Non vogliamo l’uomo solo al comando, ma un gioco di squadra vero. Il suo proposito sarebbe stato da applicare sin dal giorno dopo le scorse elezioni, mentre al contrario la maggioranza non ci ha mai coinvolto nelle decisioni. Il fatto poi che abbia precisato di essere disponibile a patto che il sindaco lo facesse ancora lui la dice lunga». Infine Stefano Belli Franzini: «Ho 30 anni, mi ritengo giovane, non è stato semplice accettare. E’ stata una scelta meditata, ho detto sì perché amo il mio paese e voglio continuare a viverci. Gussola mi è apparsa stanca e senza stimolo di rinascita. Si deve cambiare». Sull’unione: «E’ il futuro, per poter mantenere i servizi, e il nostro paese ha bisogno di servizi essenziali». Su questo tema, segnaliamo che proprio oggi a Martignana ci sarà un nuovo vertice degli amministratori. Ultima domanda ad un segretario Pd, tenuto conto di recenti dichiarazioni pro Renzi di Chiesa. Chi è più renziano tra voi due? «Bisogna vedere quando si è renziani. Quando fa comodo o quando ci si crede?».

Segnala questo articolo su