Crema - «250mila euro per la media Vailati»

+ 8
+ 15


La Bonaldi scrive a Renzi: «Allentare il Patto di Stabilità per usare l’avanzo di amministrazione».
Dopo il presidente d e l l a P ro v i n c i a , Massimiliano Salini, che ha battuto cassa all’attuale premier, per la rimozione del Campus del liceo Racchettti lungo via Libero Comune, anche il sindaco di Crema Stefania Bonaldi ha scritto a Matteo Renzi quali sono per la nostra città gli interventi prioritari in materia di edilizia scolastica. E ha puntato i riflettori sulle medie Vailati, scuole composte di due edifici. La cifra stimata per sistemare i due edifici che compongono questo storico istituto medio inferiore in centro città è di 450mila euro. Ma l’intervento più sostanzioso - 250mila euro - riguarda, del primo plesso, le facciate all’interno del cortile, il tetto, i serramenti esterni e l’interno delle aule. Le risorse per i lavori del secondo plesso sono così suddivisi: 50 mila euro per l’abbattimento delle barriere architettoniche, e 80 mila per la verifica ed il consolidamento delle volte del primo piano. Altre opere che riguardano entrambi i plessi portano la cifra a 450mila euro. Tutti questi interventi, segnala ancora il sindaco Bonaldi nella lettera, potrebbero essere finanziate mediante avanzo di amministrazione. Per fare ciò si renderebbe però necessario allentare la morsa del Patto di Stabilità, per il 2014 e per il 2015. La maggior parte degli interventi, tuttavia, andrebbero svolti nell’estate, quando gli edifici non ospitano studenti. “Come da tue indicazioni – conclude il sindaco nella lettera – non abbiamo voluto approfittare della richiesta pervenutaci segnalandoti l’intero piano di provvedimenti che ci competono, ma nello spirito della tua lettera, ci siamo concentrati su quanto ad oggi, secondo il nostro giudizio, appare intervento prioritario.

Segnala questo articolo su