Cremona - Una mostra per avvicinare i cittadini all’arte

+ 26
+ 22


E’ in programma dal 12 al 30 aprile a Cremona in Santa Maria della Pietà.
Accostare pittura, scultura, design, fotografia, grafica, incisione, poesia, design e comunicazione»: è questo l’obiettivo della mostra “Linguaggi dell’arte”, in programma a Cremona dal 12 al 30 aprile, nella cornice storica del centro culturale Città di Cremona di Santa Maria della Pietà, sotto la direzione artistica di Renato de Paoli (l’architetto vicentino che si è occupato del restauro della Basilica Palladiana). «Lo spunto per l’ideazione di questo progetto - spiega Paola Moglia, grafica, ideatrice e coordinatrice, oltre che ella stessa espositrice, della mostra - si è originata dal libro “Pianura Mare” che ho scritto tre anni fa assieme a Rosa Carotti. Successivamente, sono entrata in contatto con l’architetto De Paoli che ha sposato il mio progetto, concretizzato infine nella pianificazione della mostra». E che l’obiettivo sia quello di «proporre alla città di Cremona un’iniziativa che possa portare una tendenza espressiva d’arte diversa» e di respiro extracittadino, lo si evince anche dal gruppo degli espositori, con opere di artisti di fama nazionale ed internazionale come lo scultore Gianfranco Paulli, l’incisore Annette Ronchin, il pittore Giordano Garuti, la pittrice Annare’, la fotografa Antonella Pizzamiglio e la designer Silvia Bodini. Contestualmente, un ciclo di conferenze in programma in Sala Rodi da sabato 12 a martedì 29 aprile approfondirà ogni volta alcune tematiche relative alle varie forme d’arte: dall’arte di comunicare, a cura di Renata Prevost (copywriter, giornalista, scrittrice, regista) e Giampietro Vinti (art director e regista), all’autoproduzione tra arte applicata e design, con l’architetto Nelly Bonati e l’orafa Patrizia Bonati; dall’incontro tra natura e arte nei metalli, nei cristalli e nelle gemme con l’orafa Maura Rastelli, agli intrecci tra musica e poesia, con versi di Anna Paulinich, Vittorio Cozzoli, Gloria Adriana Marigo, Rosalinda Grazioli Busseti e Carla Paolini accompagnati dalle musiche di Fabio Turchetti; dalle emergenze nell’arte contemporanea a cura del critico d’arte Tiziana Cordani, al percorso dall’ex libris al libro d’autore esposto dall’incisore Annette Ronchini e dalla scrittrice Antonella Barina. Al ciclo di conferenze sarà presente anche l’associazione Cremonasotterranea (fondata da Annibale Zanetti e dall’architetto Saba Rivaroli) che, oltre a descrivere la propria attività e le maggiori peculiarità artistiche ed architettoniche del sottosuolo cittadino in una conferenza nella mattinata di domenica 13 aprile, permetterà ai visitatori di avvicinarsi alla speleologia urbana con visite guidate nei sotterranei della ex Chiesa di S. Francesco ogni martedì e giovedì tra il 12 e il 30 aprile (dalle 15.30 alle 17). «E’ un progetto artistico e culturale di grande respiro che si origina da un’istanza di rottura con la classica mostra d’arte - conclude Moglia, e, proprio per la sua apertura multidisciplinare, un’idea valida per avvicinare al mondo dell’arte i giovani e molte persone che, forse, solitamente non frequentano gli ambiti artistici».

di Michele Scolari

Segnala questo articolo su