Casalmaggiore - Comunali, il quadro si completa

+ 27
+ 31


Il sindaco Silla si ricandida, con lui Bongiovanni, Cantarelli, Manfredi e Storti. Attese le mosse di Ferroni.
Si delinea chiaramente il quadro elettorale in vista delle Comunali a Casalmaggiore. Al momento sono 5 i nomi certi candidati a ricoprire la carica di sindaco per il quinquennio 2014- 2019: Claudio Silla, Filippo Bongiovanni, Sonia Cantarelli, Adamo Manfredi e Luca Storti. Partiamo dalla maggioranza uscente. Il centrosinistra come noto ricandida il sindaco Silla, indicato da due diverse liste. Anche stavolta si è riusciti a mantenere compatto il fronte progressista. Il tentativo di coinvolgere il Listone, che 5 anni fa conquistò una buona dose di voti (oltre un quarto) non è andato a buon fine, ma almeno c’è la consolazione che nemmeno il centrodestra è riuscito nell’intento. Veniamo dunque al Listone, che rappresenta l’ultima novità in ordine di tempo. Il candidato sindaco è Sonia Cantarelli, e la prima notizia è che si tratta del primo candidato femminile nella storia cittadina. Classe 1961, è legata al mondo dell’impresa, con esperienze in Europa e Arabia Saudita: è socio e amministratore della Caldaie Melgari, oltre che Vicepresidente di Apindustria Cremona e membro del consiglio e della giunta della Camera di Commercio Cremona presieduta da Giandomenico Auricchio. Il Listone rimane una lista trasversale, e si è guadagnata tale marchio non rifiutando il confronto con alcuna delle altre forze politiche, ma aprendosi sempre al dialogo. In settimana c’è stato il passaggio delle consegne con Carlo Gardani, che fondò il Listone nel 2008 e che ha affermato: «.Sono molto contento perché finalmente il Listone ha il suo candidato ed è il candidato che desideravo da anni, una donna con competenze davvero importanti e complete per il nostro comune, che guiderà peraltro una squadra giovane». Di questa squadra farà parte anche Matteo Rossi. «Io non credo nel singolo ma nella squadra - ha affermato Sonia Cantarelli - perché ho sempre lavorato in squadra, a partire dalla mia azienda ». Sonia Cantarelli sarà appoggiata, oltre che dal Listone, anche dalla lista “Centopercento Casalasco”, che sarà composta da ex amministratori della zona Casalasca e non solo. Anche il centrodestra ha trovato una sua compattezza attorno alla figura di Filippo Bongiovanni, già capogruppo della Lega Nord e vice presidente provinciale.

Alla presentazione, ha detto che «la proposta è aperta a tutto il centrodestra, ma non incline ai personalismi». Il messaggio neanche tanto velato era diretto a alla lista Casalmaggiore per la Libertà di Orlando Ferroni. Anche Bongiovanni sarà sostenuto da due liste civiche: “Casalmaggiore al centro”, rappresentata da Ennio Cagnazzo, e “Casalmaggiore è viva” il cui referente è Giuseppina Mussetola. Anche in questo caso, una lista (la prima) che pone la città riferimento del territorio Casalasco. Alla presentazione, anche questa avvenuta in settimana, erano presenti tra gli altri il presidente della Provincia Massimiliano Salini, l’assessore provinciale Giovanni Leoni, i consiglieri regionali Lena (Lega) e Malvezzi (NCD). Al centro del programma in questo caso incentivi alle aziende, la sicurezza e la valorizzazione delle risorse soprattutto umane in dote al Comune. Gli altri due candidati sono in pista da tempo. Il Movimento 5 Stelle aveva aperto la corsa candidando Adamo Manfredi, classe 1970 laureato in Economia e Commercio e impiegato alla Ditta Sereni, e con lui ha reso nota l’intera composizione della lista. Infine, “Destra Sociale – Uniti per Casalmaggiore” ha individuato in Luca Storti il candidato sindaco: il nome nasce dall’accordo tra il Circolo Casalmaggiore Destra Torre Littoria e Forza Nuova Casalmaggiore. Tra i candidati anche Roberto Adorni e Franco Deantoni. Il quadro non è ancora completo in quanto si attendono le mosse di Orlando Ferroni (Forza Italia) che potrebbe scompaginare il quadro nello schieramento di centrodestra.

dalla redazione de IL PICCOLO

Segnala questo articolo su