Jazz e musica barocca per una volta insieme

+ 20
+ 18


Ma cosa diavolo ci fa il più grande trombettista jazz italiano in un festival di musica barocca? Paolo Fresu ed i Virtuosi italiani - sul palco del Teatro Ponchielli domani alle ore 21 - saranno impegnati in una curiosa reinterpretazione, in chiave “baroccojazz”, di brani che spaziano da Bach e Händel, a Piazzolla e Nyman ed ovviamente a Monteverdi. Un insolito appuntamento da non perdere, perché la buona musica non ha confini! Oltretutto sono tante le cose in comune tra i protagonisti domani in concerto: improvvisazione, libertà, variazione, beat, passione per il ritmo e la sperimentazione… Ed ancora il piacere di suonare insieme ed ogni sera sorprendere i colleghi con una nuova modulazione, un nuovo giro di accordi. Paolo Fresu, che vive tra Parigi, Bologna e la sua amata Sardegna, approda a Cremona per un concerto da non perdere: accompagnato dall’orchestra d’archi i Virtuosiitaliani, l’impareggiabile tromba di Fresu attraversa il ’600 e il ’900, da ieri a oggi, mescolando e incrociando tradizioni apparentemente diversi, ma in fondo universalmente legate.

OMAGGIO A CREMONA La rassegna musicale torna anche quest’anno con tre concerti. Ai tradizionali corsi tenuti dai maestri Accardo, Giuranna, Filippini e Petracchi si è affiancato ormai da alcuni anni il corso per Quartetto e Trio d’archi e per gruppi d’archi affidato al Quartetto di Cremona, formato dai violinisti Cristiano Gualco e Paolo Andreoli, dal violista Simone Gramaglia e dal violoncellista Giovanni Scaglione, diplomati a loro volta all’Accademia Stauffer. Sono due le serate dedicate alla città di Cremona dai maestri Accardo, Giuranna, Filippini e Petracchi e dai loro allievi, mentre una serata vedrà protagonisti i Quartetti selezionati nell’ambito del corso per quartetti e trio. Tutti i concerti si terranno al Teatro Ponchielli (l’ingresso è ad inviti e l’assegnazione dei posti sarà effettuata in base alla disponibilità. Martedì 20 maggio alle ore 21, Rocco Filippini (violoncello) e Franco Petracchi (contrabbasso) suoneranno musiche di Mozart e Bottesini. Mercoledì 21 maggio (sempre alle 21), Salvatore Accardo, (violino) e Bruno Giuranna (viola).

dalla redazione de Il Piccolo

Segnala questo articolo su