Venerdì 30 maggio Toro allo spiedo all'agriturismo "I Pini"

+ 29
+ 31


alt
Il toro sarà il grande protagonista della grande serata organizzata presso l'agriturismo I Pini per venerdì 30 maggio. E' la 53esima edizione di una manifestazione che, come racconta il titolare, Claudio Pini, "è ormai diventata una vera e propria tradizione, che si ripete tre o quattro volte l'anno". Tantissime sono le adesioni per la serata, che richiama partecipanti, oltre che dalla Provincia di Cremona, anche dalle province limitrofe: Milano, Brescia, Bergamo, Mantova, ecc.

Anche il menù è decisamente innovativo. Il toro allo spiedo è, ovviamente, il piatto forte. Dopo aperitivo e antipasto, verra servito il risotto in carriola, così denominato perché proprio perché viene portato in tavola con una carriola.

La carne del toro si presenta ricca di fibre con muscoli ben delineati. La primitiva forma di cucina fu la semplice cottura del cibo, praticata fin dai tempi dall’uomo di Neandertal che accresceva il valore nutritivo. Dapprima, quindi, si arrostì la carne sulla fiamma viva, poi sulla brace che garantiva una cottura più uniforme e una minore perdita di peso degli alimenti e, dal periodo medievale a oggi questa tecnica culinaria é stata tramandata da popolo a popolo diventando arte e tradizione, preferendola per la cottura di pollame e grossi pezzi di carne.

Sullo spiedo la carne cuoce in ambiente asciutto e mantiene il suo particolare sapore.

In questo modo si utilizza essenzialmente un calore secco, per questo è necessario irrorare la carne con olio d’oliva e aromi così da evitare la formazione di una crosta eccessivamente dura e secca.

Segnala questo articolo su