Cremo, devi voltare subito pagina

+ 7
+ 11


Incassato l’inatteso ko interno contro il Bassano i grigiorossi provano a riscattarsi a Pordenone.
Vedere dopo una sconfi tta la Cremonese applaudita dalla curva sud è un segnale importante al quale non eravamo più abituati ormai da anni. Ora serve ripartire da lì. La tifoseria grigiorossa ha comunque promosso la prova dei ragazzi di Montorfano, anche al termine della sconfi tta rimediata sabato scorso, regalando dopo il triplice fi schio una confortante dose di appalusi a tutti i protagonisti, anche quelli negativi come Giorgi. Il difensore, dopo i due disimpegni orribili che hanno di fatto spianato la strada all’ottimo Bassano di Antonino Asta, è atteso per prima ad una pronta riscossa per non cancellare le prestazioni positive inanellate fi no a sabato scorso. E l’occasione è propizia. Domani, infatti, i grigiorossi sono attesi dalla trasferta di Pordenone, compagine che al momento non ha ancora vinto nemmeno una gara, sebbene gli unici due punti in classifi ca li abbia ottenuti tra le mura amiche. Proprio nei giorni scorsi la dirigenza friulana ha deciso di attuare un cambio in panchina tra due ex grigiorossi: è stato dato il benservito a Zauli in favore di Foschi. Oltre alle sconfi tte, sulla scelta è pesata soprattutto la allarmante sterilità della fase offensiva del Pordenone che non segna reti da tre gare. In casa grigiorossa, per contro, mister Montorfano non potrò fare a meno di Mattia Marchi, squalifi cato addirittura tre gare dopo l’espulsione rimediata contro il Bassano. Una punizione che pare troppo severa per un giocatore che peraltro si era sbloccato proprio nella gara contro i veneti. Lo scenario sarà quello dello stadio “Ottavio Bottecchia”, costruito nel 1926 e dedicato all'omonimo campione di ciclismo (marchio anche di una nota gamma di biciclette) nato proprio a Pordenone. E’ sostanzialmente un velodromo con pista per le gare di ciclismo, può contenere appena 3000 spettatori e non ha le curve, ma solo una tribuna coperta e una scoperta. Il campo misura solo 63 metri in larghezza: di solito la maggior parte dei campi misura 68 metri, la Cremonese dovrà tenerne conto.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): Battaiola; Marongiu, Giorgi, Bassoli, Favalli; A. Marchi, Jadid, Palermo; Kyrilov, Brighenti, Di Francesco. Allenatore: Montorfano.

dalla redazione de Il Piccolo

Segnala questo articolo su