La Cremo rischia nella tana degli ex

+ 8
+ 13


Dopo aver racimolato un solo punto nelle ultime tre gare, i grigiorossi non possono sbagliare.
Coraggio e fi ducia. Dopo lo sfortunato pareggio interno maturato contro l’Alessandria, la Cremonese si rimette alla prova in quello che si potrebbe ribattezzare come un “derby d’acciaio”. Domani, infatti, i grigiorossi del Cavalier Arvedi saranno di scena a Salò contro la formazione sponsorizzata dal Gruppo Feralpi, altro leader nel settore, in una sfi da molto delicata. Nella ultime gare, infatti, è iniziata ad emergere quella paura che la Cremonese si pensava potesse combattere con la sfrontatezza della sua giovane età. E invece, nelle ultime uscite, anche alcune scelte tattiche piuttosto conservatrici di mister Montorfano non hanno sortito i tanto sperati tre punti, anche perché abbandonate da un pizzico di buona sorte. A fari spenti, pertanto, non resta che far riaccendere l’entusiasmo del Cavaliere con una prestazione di spessore proprio in riva al Garda. Alla pari della Cremonese, la formazione valsabbina ha racimolato solo un punto nelle ultime tre gare, ma sul proprio campo ha sempre fatto la voce grossa (tre vittorie su quattro partite giocate) e si presenterà all’appuntamento agguerrita dal veleno degli ex Abbruscato, Pinardi e del tecnico Beppe Scienza. Quest’ultimo, in particolare, non ha mai digerito né il divorzio dalla società grigiorossa, né le contestazioni da parte dei tifosi: motivazioni che surriscalderanno ulteriormente l’ambiente in vista del faccia a faccia di domani. Mister Montorfano dovrebbe poter contare sul rientro del bomber Brighenti, che in avanti farà coppia con tutta probabilità con il baby Manaj (Mattia Marchi sconterà l’ultima giornata di squalifi ca), mentre sicuro assente sarà Favalli (fermato per un turno dal giudice sportivo). Sulla corsia mancina, pertanto, potrebbe tornare titolare Giacomo Gambaretti, autentico jolly difensivo, mentre a centrocampo si va verso la conferma del trio formato da Alessandro Marchi, Jadid e Palermo, con Kirilov (ancora alla ricerca della forma migliore…) a sostegno delle punte.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-1-2
): Venturi; Marongiu, Giorgio, Bassoli, Gambaretti; A. Marchi, Jadid, Palermo; Kyrilov; Brighenti, Manaj. Arbitrerà l’incontro Armando Ranaldi di Tivoli.

dalla redazione de Il Piccolo

Segnala questo articolo su