Tre punti che rilanciano le ambizioni dei gialloblu

+ 22
+ 27


Dopo il successo con il Ciliverghe, la Pergolettese vuole concere il bis domani contro l’Olginatese.
Missione compiuta. Dopo due sconfitte consecutive, la Pergolettese doveva vincere e i tre punti contro il Ciliverghe sono arrivati. Certo non è stata una partita entusiasmante, l’avversario era di bassa classifica, si è vinto con un solo golletto nel primo tempo... ma l’importante era vincere per muovere una classifica che ora, con 11 punti, permette di continuare a sperare in un buon campionato. La Pergolettese, sul campo di Molinetto di Marzano, inizia la partita con convinzione, tanto che è la squadra di casa che rischia subito di andar sotto. Il gol lampo però non arriva e nonostante il rientro in attacco di Rossi, il debutto da titolare di Martinelli e il solito buon lavoro di Manzoni a centrocampo, bisogna aspettare il 38’ perché Lorenzi, su bella iniziativa di Bastone, scarichi la palla nella rete avversaria. Lanciato in area, dopo un’azione insistita dei giocatori gialloblu, il numero 9 batte il portiere con un bel diagonale a fil di palo. La reazione del Ciliverghe è immediata e costringe Montaperto al 40’ ad una prima grande parata: alla fine il portiere gialloblu risulterà fra i migliori in campo. Anche all’inizio della ripresa è la squadra di casa a provarci di più, prima con Mauri, poi Bergamaschi, infine ancora con Mauri. La partita rimane agonisticamente viva. La difesa del Pergo, pur con qualche affanno, tiene. Al 26’ nuova grande parata di Montaperto su bel colpo di testa di Muchetti. Verso la fine della partita però sono i gialloblù che hanno la possibilità di raddoppiare, ma sprecano due buone occasioni: sopratutto con Lorenzi che calcia malamente a lato dopo una fuga solitaria verso la rete avversaria. Così che all’ultimo minuto su colpo di testa di Minelli, tocca ancora a Montaperto salvare il risultato. Domani il Pergo deve affrontare al “Voltini” un’altra squadra di bassa classifica, l'Olginatese che con ha soli tre punti all’attivo, non può spaventare una Pergolettese convinta dei propri mezzi. E’ l’occasione buona per dare ancora una spinta alla classifica e al morale. Certo che Inveruno, Castiglione, Seregno e anche Sondrio e Lecco vanno forte e occorre tener botta se si vuole essere della partita fino alla fine.

dalla redazione de Il Piccolo

Segnala questo articolo su