La Vanoli non trova il temuto Diener

+ 14
+ 11


Dopo Milano i biancoblu affrontano un’altra corazzata del nostro campionato, la Grissin Bon Reggio Emilia.
Più di così sarebbe stato difficile prevederlo, perché l’acciaccatissima Vanoli ha saputo rendere dura la vita all’Armani Milano, probabilmente la squadra migliore del campionato. Diciamo che i meriti degli uomini di Pancotto sono emersi soprattutto in difesa, con la Vanoli brava nel far “giocare male” Milano, mentre in attacco ci pare ci sia ancora tanto da lavorare, al di là dei meriti dei singoli o dei loro limiti tecnici e fisici che l’impari, sotto certi aspetti, match con i milanesi ha evidenziato. Non vogliamo giustificare nessuno, ma cosa ci potevano fare uomini e giocatori “normali” nel frenare quel ciclone di Samuels? Ma allarghiamolo sguardo sul campionato nel suo complesso evidenziando che molti uomini, qualcuno inaspettato, hanno fatto la voce grossa e ci riferiamo al francese Diawara (Varese), a Anosike (Avellino), Dyson (Sassari), Linton Johnson (Pistoia), Archie (Capo d’Orlando), Mitchell (Trento) e Johnson Odom (Cantù), nonché il solito Drake Diener di Reggio Emilia, tutti personaggi che faranno spellare le mani alle loro tifoserie e terranno alto il livello di un campionato, che non dovrebbe essere tecnicamente eccelso. Ma torniamo alla nostra Vanoli, per evidenziare come la trasferta di stasera alle 20.30 a Reggio Emilia sia tra le più difficili della stagione, anche se ai reggiani mancherà Diener, la stella del roster emiliano, infortunatosi gravemente domenica scorsa. «La risonanza magnetica - fa sapere la società - ha evidenziato una lesione al bicipite femorale della gamba destra. I tempi di recupero sono stimati in 50 giorni». Ma la Grissin Bon Reggio Emilia punta in alto, ha investito parecchio, dietro c’è un territorio affamato di basket e giustamente fiero dei propri colori ed ambizioso al punto di organizzare trasferte in massa a Bologna per le gare di Coppa. Noi accontentiamoci di tenerli a freno. Sarebbe già un risultato clamoroso metterne in evidenza i difetti, se ci sono ed esaltare le nostre virtù che devono trovare conferma gara dopo gara, allenamento dopo allenamento, perché il “nostro” campionato potrebbe iniziare domenica prossima a Pistoia. In bocca al lupo comunque e sempre... forza Vanoli.

dalla redazione de Il Piccolo

Segnala questo articolo su