Casalmaggiore - Scoperta una bisca clandestina

+ 67
+ 64


Poker online illegale, operazione della Guardia di Finanza che sequestra 9 computer in un circolo.
Una bisca clandestina in un circolo privato di Casalmaggiore: è quanto hanno scoperto gli agenti della Guardia di Finanza, che nei giorni scorsi hanno scoperto la presenza all’interno di questo locale di nove computer collegati a siti internet esteri specializzati nel gioco d’azzardo ma non autorizzati a operare in Italia. L’operazione è stata effettuata nella serata di venerdì 24 ottobre, ma solo una settimana dopo è stata resa nota agli organi di stampa. La pattuglia delle Fiamme Gialle si è avvicinata al circolo, spiega il comunicato, simulando un controllo sulla posizione lavorativa e previdenziale dei dipendenti. Dopo essere entrata, tuttavia, ha notato in una saletta appartata del circolo le postazioni telematiche accese e collegate a internet, a disposizione dei soci del circolo, tutte predisposte con alcuni link già attivi a siti esteri, tra cui anche “DbgPoker”. I finanzieri e i funzionari dell’Agenzia dei Monopoli (l’operazione era congiunta) hanno subito capito che la situazione non era regolare, anche perché un dipendente ha subito provato a disattivare le postazioni utilizzate per la raccolta delle scommesse e a modificare la schermata del monitor, intervenendo sul server in un’altra sala. In questo modo però il dipendente si è tradito, aggravando la situazione del circolo, che peraltro era da tempo sotto controllo. Pare che il circolo abbia organizzato per parecchio tempo veri e propri tornei di poker on line illegali, le cui vincite sarebbero state condivise al 50% con il circolo: le perdite invece erano esclusivamente a carico dei giocatori, soci del circolo. Il presidente e il gestore del circolo sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica per violazione degli articolo 4 comma 1 e 4-bis della legge 13/1989 numero 401. Non solo: il circolo esibiva anche due slot machines ed è stato multato anche per la mancata esposizione delle informative per l’uso responsabile dei giochi e sui rischi correlati alle ludopatie. Inoltre sono in corso accertamenti per verificare la correttezza della posizione lavorativa e previdenziale di un dipendente non regolarizzato al momento dell’accesso.

dalla redazione de Il Piccolo

Segnala questo articolo su