Cremo, tre punti per risollevarsi

+ 17
+ 16


Dimenticato il ko di Sassari i grigiorossi devono vincere per allontanarsi dalla zona playout.
Digerite le feste natalizie, per la Cremonese è già giunta allora di rimettersi in gioco. Un gioco duro, spietato e ricco di insidie che porterà i grigiorossi a doversi giocare il tutto per tutto in questo girone di ritorno. Mister Giampaolo, che ha fatto sgobbare i suoi anche durante le feste, cercherà di tenere alta la tensione per poter iniziare nel migliore dei modi il 2015. Alle porte c’è la sfi da con la Giana Erminio di Gorgonzola, formazione tutt’altro che “morbida e gustosa” come potrebbe farne pensare la provenienza. La lista degli assenti è ricca e questo potrebbe portare Giampaolo a valutare soluzioni alternative in attesa dei primi colpi di mercato. Qualcuno, ormai da settimane, caldeggia una possibile maxi-offerta per il bomber Brighenti, proveniente da categorie superiori, ma l’impressione è che il capitano non si muoverà dalla sua Cremonese... almeno per ora. In uscita l’addio più probabile al momento sembra quello di Giorgi, ormai fuori dal progetto, specie dopo un innesto fondamentale come Castellini. Nel turno pre natalizio, la Giana Erminio (che deve il suo nome a un giovane gorgonzolese, sottotenente del battaglione alpino “Aosta”, caduto sul monte Pasubio nel 1916, durante la prima guerra mondiale ed insignito della medaglia d’argento al valor militare), ha superato un avversario quotato come Südtirol, a conferma che si tratta di una squadra da prendere con le molle. Ma dopo il ko di Sassari (malgrado il vantaggio di due reti), la Cremo è obbligata a fare bottino pieno, per abbandonare il più presto possibile la zona playout e puntare a scalare la classifi ca. Giampaolo martedì pomeriggio dovrebbe affi darsi ancora al 4-3-3, con Brighenti e Kirilov come terminali offensivi.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): Battaiola; Gambaretti, Bassoli, Castellini, Favalli; A. Marchi, Jadid, Moroni; Di Francesco, Brighenti, Kirilov. La gara sarà arbitrata da Salvatore Guarino della sezione di Caltanissetta, assistito da Andrea Berti di Prato e Lorenzo Li Volsi di Firenze.

dalla redazione de Il Piccolo

Segnala questo articolo su