Giampaolo prepara l’addio alla Cremo

+ 25
+ 30


Il quotato tecnico abruzzese dovrebbe accasarsi all’Empoli, che ha divorziato da Sarri.
Tutto da rifare, per l’ennesima volta? Le strade della Cremonese e di mister Giampaolo, salvo stravolgimenti, sembrano ad un bivio. Il tecnico nato a Bellinzona, ma di origini abruzzesi, infatti è il prescelto dall’Empoli per sostituire Maurizio Sarri, che proprio nei giorni scorsi si è congedato tenendosi libero per eventuali chiamate importanti, dopo la stagione che pare averlo consacrato. Giampaolo è atteso in Toscana lunedì prossimo, quando dovrebbe sedersi al tavolo con i dirigenti azzurri per trovare l’accordo defi nitivo che lo riporterà su una panchina di serie A. Una brutta botta per la dirigenza grigiorossa, costretta con tutta probabilità a ripartire da un ennesimo nuovo tecnico. D’altronde i rischi erano noti: già l’inverno scorso quello di Giampaolo era un nome importante e tra le motivazioni del tecnico ad accettare l’avventura in grigiorosso, scendendo così tanto di categoria, c’era proprio l’intenzione di rimettere in circolo il proprio nome nelle orecchie del calcio che conta, senza perdere contatto con il campo. In questo senso Cremona è stata per Giampaolo quel trampolino che anche lui voleva. Le leggi del calcio sono anche queste e da parte nostra non resta che fare a Giampaolo, che in questi mesi si è dimostrato tecnico volonteroso e preparato, un sentito “in bocca al lupo”. Se tutto venisse confermato, Empoli con il suo ambiente privo di tensioni e focalizzato sui giovani, può essere la piazza giusta dove far emergere il proprio reale valore di tecnico. A questo punto, però, in casa grigiorossa si rischia di ripartire da zero. Il nome dell’eventuale nuovo tecnico dovrà comunque essere scelto in tempi brevi e fi nirà per infl uire anche sulle decisioni di alcuni giocatori, la cui permanenza in grigiorosso è in bilico. In primis, capitan Brighenti. Il bomber di Bussolengo, consacratosi all’ombra del Torrazzo a suon di gol, sembrerebbe infatti avere una lunga lista di pretendenti. Crotone, in ordine cronologico di voci, sarebbe solo l’ultima. L’operazione di mercato più difficile per la società grigiorossa ruoterà proprio attorno al nome del proprio capitano. Il bivio permette due ozpioni: trattenerlo e costruire attorno a lui e a qualche altro senatore una Cremonese competitiva per ottenere il salto di categoria, oppure venderlo e trarne il miglior vantaggio economico possibile per poi riutilizzare il ricavato per comprare altri elementi di rango. L’impressione è comunque quella che davanti ad un progetto serio ed oculato Brighenti possa rimanere, salvo l’arrivo di un’offerta irrinunciabile a livello sia economico che di salto di categoria per il giocatore.

dalla redazione de Il Piccolo

Segnala questo articolo su