Il torrone di Cremona tra le star del Giffoni Film Festival

+ 39
+ 41


Torna anche quest’anno la partnership tra il Giffoni Film Festival e la Festa del Torrone, un gemellaggio che celebra le star del cinema per ragazzi (e non solo) con la dolcezza inconfondibile del dolce cremonese.

Il Giffoni Film Festival, che ogni anno ospita a Giffoni Valle Piana (SA) migliaia di ragazzi, provenienti da ogni parte del mondo per assistere ai dibattiti e agli spettacoli in programma, quest’anno dà il benvenuto a ospiti del calibro di Mark Ruffalo, Orlando Bloom, Fabio De Luigi, Tea Falco e tante altre star del cinema.
In questo contesto, martedì 21 luglio, alle 10.30, una delegazione della Festa del Torrone si è presentata al Festival con una selezione dei migliori torroni artigianali cremonesi da offrire a giornalisti, ospiti e bambini dei laboratori. Il modo migliore per annunciare tutti gli eventi che a novembre vedranno il Giffoni protagonista nei giorni della Festa a Cremona, dal 21 al 29 novembre, dopo la golosa anteprima del 24 e 25 ottobre.

Il 26 novembre si comincerà con i Mini-Lab organizzati dallo staff del Giffoni Film Festival: un primo approccio per i più piccoli, che avranno così modo di “smontare” la macchina cinema per metterne in luce il percorso creativo che da un’idea porta alla realizzazione di un film. Attraverso l’utilizzo di slide, di video e di giochi i ragazzi saranno stimolati ad immaginare un percorso e ad apprendere alcune tecniche della scrittura cinematografica. L’appuntamento è alle 10 e alle 15 alla Sala Mercanti della Camera di Commercio di Cremona, via Baldesio 10.

Il 27 novembre, alle 10.00 al Teatro Filodrammatici, sarà invece il momento del Cineforum Giffoni. Il progetto nasce dalla consapevolezza che il linguaggio cinematografico è spesso il veicolo ideale per la comprensione della realtà e delle problematiche legate al mondo adolescenziale. Si partirà proprio dalla proiezione di un film in target Giffoni, per poi proseguire con il dibattito che seguirà la proiezione, e che stimolerà i ragazzi a ragionare sui vari aspetti, formali e di contenuto, del film. Il film scelto sarà un lavoro capace di parlare ai ragazzi, di raccontare storie in cui i ragazzi possano identificarsi o, al contrario, prendere le distanze.

Segnala questo articolo su