EasyPark presto anche a Cremona

+ 30
+ 35


L’app consente di prolungare la sosta dell’auto al parcheggio a distanza utilizzando lo smartphone. A Monza è appena stato attivato.
Ll parcheggio diventa un’app: da qualche mese a questa parte, in Italia e all’estero, hanno fatto la loro comparsa applicazioni attraverso cui è possibile regolare i conti con il posteggio, utilizzando uno smartphone. Venerdì scorso è stato il Comune di Monza a dotarsi di questo sistema. Presto toccherà anche a Cremona. L’applicazione in questione è EasyPark, di nazionalità svedese. Il meccanismo, se non intuitivo, è comunque chiaro: il pagamento del parcheggio avviene attraverso il proprio cellulare. Per scaricare l’applicazione, è necessario registrarsi come cliente, acquistando una carta prepagata di credito di sosta, che è possibile addebitare sulla propria carta di credito. Una volta installata l’app e trovato il parcheggio, l’applicazione permette di essere localizzati. A questo punto, basterà inserire l’orario di sosta, un po’ come si fa con la sveglia sul telefonino: e proprio come una sveglia, un quarto d’ora prima che il parcheggio scada, l’applicazione lo notificherà. I vantaggi offerti, a questo punto, sono almeno due: la possibilità di prolungare la sosta attraverso l’apparecchio, senza dover fare ritorno all’area di sosta, e il pagamento, che viene calcolato in base al tempo utilizzato, e non un minuto di più. Tutto ciò, a patto di pagare un piccolo sovrapprezzo sulla tariffa (15%) o stipulare un abbonamento. La novità assoluta riguarderà, dunque, anche il Comune di Cremona: l’assessore al territorio e alla salute, Alessia Manfredini, ha già avviato una serie di interlocuzioni che, nel giro di qualche mese, porteranno la città a dotarsi di un sistema analogo a quello presente in più di quaranta comuni italiani, da Catania a Brescia. «Il progetto di EasyPark – ha spiegato l’assessore Manfredini – si inserisce idealmente nel progetto telematico che ha portato alla diffusione di Moovit (anche questa un’applicazione per smartphone), con cui si è facilitato lo spostamento attraverso i mezzi pubblici, e all’idea di una nuova dotazione di un sistema di Telepass ». Le consultazioni coi gestori dei parcheggi della città, SABA e AEM – assicura Alessia Manfredini – sono infatti già a buon punto: questione di pochi mesi, dunque.

Ma tor niamo all’applicazione. EasyPark non è la sola a offrire questo servizio: a farle compagnia, ci sono le italiane Smarticket, Pyng (per soli clienti Telepass) e MyCicero. Tariffe e attivazione a parte, le tre app non si differenziano sostanzialmente: tutte e quattro garantiscono la completa compatibilità con qualunque tipo di smartphone. Per chi si chiede come sia possibile usufruire del servizio senza possederne uno, EasyPark dà la possibilità di iscriversi attraverso un numero verde: di qui, si può poi accedere al parcheggio telematico per sms. A questo punto, basta inserire nel messaggio di testo il numero della zona del parcheggio. Il controllo, invece, è uguale per tutti: esporre, sul cruscotto o come un disco orario, un tagliando che EasyPark o una delle altre aziende fornisce al momento dell’iscrizione. Per ora, l’introduzione del sistema sembra aver disorientato più gli ausiliari del traffico che gli utenti: a Lecce, dove il servizio è attivo almeno fin dal gennaio di quest’anno, un automobilista si è visto comminare una multa, pur avendo attivato il servizio e regolarmente pagato. La multa è stata poi revocata. I dati relativi al servizio sono senz’altro ottimistici: sono nove i paesi, compreso il nostro, in cui il servizio sembra aver preso largamente piede (Austria, Germania, Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia, Spagna e Australia). E dei 400 mila utenti più del 90% si dice soddisfatto. È vero, già Telepark, da anni leader nel suo settore, offriva la possibilità di pagare il parcheggio attraverso un sms o una telefonata: ma l’apertura del servizio al mondo delle applicazioni per smartphone rappresenta una vera novità. C’è comunque da sperare che il beneficio del servizio vada a quei cittadini che, a Cremona e in tutta Italia, sono ogni giorno alle prese con il problema del parcheggio: anche se così sembra stia accadendo.

dalla redazione de Il Piccolo

Segnala questo articolo su