In caso di nevicate la Provincia non ha fondi per pulire le strade

+ 32
+ 34


Se per il momento non sono previste ulteriori nevicate e si preannuncia un inverno relativamente mite, desta comunque preoccupazione il fatto che il territorio cremonese, a causa dei continui tagli del Governo, non abbia più una copertura di mezzi pronti a intervenire in caso di nevicate forti (come quella del 2015). L’Ente area vasta (ex Provincia) di Cremona, responsabile di buona parte della rete viaria provinciale, ha infatti reso noto che, a causa della consistente riduzione di risorse finanziarie dedicate al settore, non può attualmente garantire gli standard finora assicurati. A segnalarlo è la Prefettura di Cremona, che evidenzia come «in caso di abbondanti nevicate, i passaggi dei mezzi preposti alla “salatura” ed allo sgombero della neve potranno essere meno frequenti e saranno dedicati, in via prioritaria, alle arterie principali e cioè quelle che collegano i centri maggiori. Le criticità più rilevanti, quindi, interesserebbero la rete stradale minore dove potrebbero registrarsi anche forti rallentamenti, se non addirittura il blocco del traffico». I sindaci, dal canto loro, «sono chiamati a collaborare affinché, in caso di emergenza neve, attivino per tempo i relativi piani di viabilità e, se il caso, partecipino con propri mezzi e risorse, oltre che alle attività di gestione della viabilità, anche a quelle di monitoraggio e pulizia della rete stradale di interesse». La Prefettura richiama però anche la necessità di una collaborazione più forte da parte dei cittadini. «Occorre tener conto del fatto che, soprattutto in presenza di precipitazioni nevose abbondanti, l’uso delle automobili dovrebbe essere limitato allo stretto indispensabile e solo alle condizioni di sicurezza sancite dal codice della strada» evidenzia l’ente. «L’eccessivo flusso di traffico, in effetti, può rallentare l’attività dei mezzi preposti alla manutenzione delle strade e la mancata adozione dei dispositivi di sicurezza (pneumatici invernali o catene) può essere causa, oltre che di gravi incidenti, anche di lunghe code sulle arterie stradali più importanti. In questo contesto appare non meno rilevante rimarcare l’opportunità che, in caso di abbondanti nevicate, i mezzi privati non siano lasciati in sosta sulla pubblica via in quanto questo potrebbe rallentare - se non pregiudicare - la corretta manutenzione delle strade». In ultimo, «si raccomanda agli automobilisti, prima di mettersi in viaggio, di consultare sempre i siti dedicati alle previsioni meteo e quelli istituzionali in modo tale da conoscere preventivamente le condizioni della viabilità e le eventuali limitazioni imposte dalle autorità preposte».

dalla redazione de Il Piccolo

Segnala questo articolo su