Denunciati per invasione di campo

+ 19
+ 22


La Digos del Commissariato di Crema, in collaborazione con la Digos di Trapani, ha ultimato gli accertamenti conseguenti all'invasione di campo, seppur pacifica, da parte di alcuni tifosi in occasione della partita Pergocrema-Trapani del 6 novembre scorso. Attraverso un certosino lavoro di identificazione, eseguito dando un nome a tutti i tifosi immortalati dalle telecamere di sorveglianza, si è giunti ad identificarne 4 del Trapani e uno del Pergocrema che sono stati denunciati alla procura della Repubblica di Crema per invasione del campo di gioco.

Al termine della partita, molto contestata dalla tifoseria locale per la netta sconfitta subita dal Pergocrema, quattro tifosi del Trapani erano entrati in campo per applaudire i loro giocatori e per farsi regalare le magliette. I quattro - A.G. di 33 anni, S.A. di 22, M.L. di 39 e G.B. di 30 anni, trapanasi - sono stati tutti immortalati dalle telecamere gestite dalla polizia scientifica, sorvegliati a vista dagli stewards e dalle forze di polizia presenti in campo, e in seguito identificati dagli operatori della polizia.
In reazione a questo episodio,  un tifoso del Pergocrema ha ritenuto di invadere a sua volta il terreno per "difendere" la curva. Non contento di questo, l'intemperante tifoso cremasco - B.G. di 30 anni - si è poi diretto verso le tribune, superando nuovamente la recinzione, e si è diretto verso l'operatore della polizia scientifica insultandolo e facendo gesti palesemente ingiuriosi. Per quest’ulteriore bravata risponderà anche del reato di oltraggio a pubblico ufficiale.

Inevitabile scatterà la diffida per tutti e cinque. «Lo stadio» avverte il vice questore Daniel Segre, «è per fortuna sempre più un posto sicuro, dove chi commette comportamenti violenti viene inevitabilmente identificato e responsabilizzato per le proprie azioni. Gli accertamenti hanno anche consentito di scoprire un meccanismo attraverso il quale la società sportiva Trapani Calcio ha agevolato i propri sostenitori ultras, concedendo loro un accredito che gli ha consentito l'accesso allo stadio senza tessera del tifoso. Per questo motivo è stata richiesta alla prefettura di Trapani l'applicazione della normativa anche nei confronti della società sportiva, che verrà con ogni probabilità sanzionata per una cifra fra i 50.000 e i 200.000 euro».

Tiziano Guerini

Segnala questo articolo su