Una Cremo con tante alternative

+ 13
+ 9


Dopo la domenica di sosta, la Cremonese si concentra sul big match contro il lanciatissimo Trapani. Una sfida importante, quella contro la capolista, che verrà trasmessa in diretta televisiva su RaiSport 1 nella serata di lunedì e che, pertanto, andrà preparata con saggezza e pazienza, ricaricando a dovere le batterie, oppure tenendole cariche, a seconda dei punti di vista. In casa grigiorossa, tuttavia, rimane complicata la situazione legata a squalifiche e infortuni.

Lunedì sera mancherà Pestrin e questo è il primo dato di fatto importante su cui lavorare, vista l’importanza del giocatore nel cuore dello scacchiere di Brevi. Al suo posto scalpita già il baby Degeri, che già nelle passate uscite si è ben destreggiato dando saggio delle sue qualità di regista. Come carisma, rientrerà anche capitan Fietta, che pare pienamente recuperato, senza dimenticare la grinta di gente come Dettori e Tacchinardi. L’amichevole “di riserva” contro la Primavera del Vicenza (dopo il forfait del Milan junior di Dolcetti) ha dato anche altri spunti positivi, tra cui, in modo particolare il pieno recupero di Favalli, a cui manca però ancora il ritmo partita dopo i tre mesi di assenza. Ancora da valutare le condizioni di Minelli e Sales, un’altra brutta tegola è invece quella che riguarda Claudio Coralli. L’attaccante toscano, giunto al fotofinish del mercato di riparazione di gennaio, è già fermo. Una contrattura al bicipite femorale destro maturata in allenamento rischia di tenerlo fermo ai box per una quarantina di giorni. Al Cobra tanti auguri per un rientro scoppiettante prima del previsto. Anche in questo caso, non mancano i sostituti. Filippini e Possanzini, al momento, sembrano i favoriti vista la loro versatilità sul fronte offensivo, ma per sostituire Coralli non resta che scegliere tra i vari Musetti, Le Noci, Nizzetto, Rabito e Samb. Nomi e schemi a parte, l’importante sarà arrivare all’appuntamento con l’approccio migliore.

Lunedì sera contro il Trapani, in una partita che potrebbe valere una stagione in quanto in grado di riaprire i giochi anche per la promozione diretta, vogliamo tutti la migliore Cremo possibile. QUI TRAPANI Ma qual è il segreto della capolista? «E’ sicuramente il gruppo - ha rivelato Giacomo Tedesco, il centrocampista siciliano con alle spalle tanti campionati di serie A -. Appena arrivato a Trapani avevo avvertito la sensazione di trovarmi all’interno di un gruppo costruito in modo impeccabile da un allenatore che mi ricorda tanto Walter Mazzarri. Pensavamo di affrontare un campionato tranquillo, adesso siamo primi, anche se non ci interessa la nostra posizione in classifica. Viviamo alla giornata, partita dopo partita, ed alla fine della stagione tireremo le somme». CLASSIFICA In attesa degli ultimi recuperi, il Pergocrema ha riavuto il tre punti del mach contro il Bassano ed è salito così in piena zona playoff.

di Matteo Volpi

Segnala questo articolo su