Verso il Polo delle tecnologie di Cremona

+ 22
+ 32


Sta prendendo forma l'alleanza tra Comune di Cremona, Politecnico, Aemcom e imprese cremonesi del digitale.

L'OBIETTIVO

L'obiettivo è quello di dare vita ad un Polo cremonese delle tecnologie che rappresenti "non solo un luogo fisico nel quale le aziende possano operare al meglio delle loro potenzialità ma anche e soprattutto un centro di eccellenza capace di trasferire alla comunità locale e al mondo delle imprese le opportunità economiche e di maggior qualità della vita rese possibili dall'uso delle nuove tecnologie della comunicazione e dell'informazione".

RAGIONI E PRESUPPOSTI

Le infrastrutture digitali ed i servizi ad esse collegate sono oggi un elemento centrale nelle politiche di sviluppo e innovazione dei sistemi economici locali. Non investire nelle nuove tecnologie vuol dire rimanere ai margini della Società dell'Informazione, con il rischio per le imprese di non restare agganciate alle dinamiche del mercato globale e per i cittadini di essere esclusi dalle opportunità di conoscenza abilitate dalla Rete.

In questo contesto, Cremona ed il suo territorio godono oggi di una situazione privilegiata e costituiscono, grazie agli investimenti di Aemcom, un caso di eccellenza, posizionandosi come la seconda città italiana dopo Milano a livello di penetrazione della fibra ottica e tra le poche province che hanno superato completamente il fenomeno del digital divide (grazie al dispiegamento di infrastrutture a larga banda in radiofrequenze).

A ciò vanno aggiunti due elementi altrettanto qualificanti e distintivi: la sede cremonese del Politecnico di Milano e la presenza a Cremona di aziende operanti nell'economia digitale.
L'ormai quasi ventennale presenza a Cremona del Politecnico di Milano in questi anni ha favorito la crescita in ambito ICT sia delle amministrazioni locali sia delle imprese del territorio, sia del livello di consapevolezza dei cittadini nei confronti delle nuove tecnologie.

Esiste inoltre un nucleo significativo di aziende operanti negli ambiti ICT (terziario avanzato, quaternario) accomunate dalla volontà di programmare a Cremona la loro crescita ed il loro sviluppo.

Infrastrutture digitali, Università e aziende ICT possono quindi rappresentare un vantaggio competitivo per il sistema economico cremonese. Questo a patto che tutti gli attori dello sviluppo locale siano posti nella condizione di poter sfruttare al meglio le potenzialità delle nuove tecnologie ed, in particolare, di Internet.
Disporre di reti superveloci, infatti, è una condizione indispensabile ma non sufficiente perché si generino benefici concreti per le singole imprese e per il sistema produttivo in generale.
Ora che a Cremona la tecnologia abilitante è largamente disponibile occorre un lavoro molto capillare e profondo per generale le condizioni affinchè si affermi una diffusa capacità di sfruttare i vantaggi delle nuove tecnologie per competere, per migliorare le aziende, per fare meglio con meno risorse.

IL PROTOCOLLO D'INTESA E IL COMITATO DI PROGETTO

Da qui il senso e l'opportunità di un'alleanza per Cremona digitale che si è concretizzata con la firma di un protocollo d'intesa dal quale è scaturita la nascita di un Comitato di Progetto formato da:

  1. un rappresentante tecnico del Comune
  2. un rappresentante tecnico di Aemcom
  3. due rappresentanti del Politecnico nominati dal Prorettore delegato del Polo Territoriale di Cremona
  4. un rappresentante per ogni azienda cremonese del digitale aderente al progetto
  5. Assessore all'Innovazione Amministrativa, Sviluppo Informatico e delle nuove Tecnologie.

Il Comitato è presieduto dal Vice Sindaco o da un suo delegato. 
L'Organismo ha il compito di:

  1. definire il progetto del Polo delle Tecnologie di Cremona (obiettivi, modalità di attuazione, dimensione, strategie);
  2. identificare una localizzazione del Polo nell'ambito delle aree e delle proprietà immobiliari del Comune di Cremona;
  3. Definire un crono programma delle attività necessarie per giungere alla costituzione del Polo delle Tecnologie.

Parallelamente il Comune di Cremona ha deciso di approfondire al suo interno le tematiche urbanistiche e procedurali per definire le opportune modalità attraverso le quali poter insediare il Polo delle Tecnologie.

LE TAPPE DELL'INIZIATIVA

  • Il 10 febbraio è stato sottoscritto il protocollo d'intesa tra Comune di Cremona, Politecnico di Milano (Polo di Cremona), Aemcom srl, e un gruppo di società che operano nell'ambito dell'economia digitale (vedi l'elenco più in basso).
  • Il Comitato avrà tempo due mesi dalla firma del protocollo d'intesa (10 febbraio 2012) per produrre la relazione finale.
  • Nel corso dei due mesi di lavoro del comitato di coordinamento sono previsti due incontri plenari ai quali potranno partecipare tutti i soggetti interessati al progetto. Durante le riunioni il presidente del Comitato relazionerà i presenti circa l'andamento dei lavori.
  • La riunione d'insediamento del Comitato è prevista per venerdì 24 febbraio 2012 presso il Palazzo Comunale.

Le Aziende che hanno sottoscritto il documento sono:

  • Società Microdata Group S.r.l.
  • Società Lanzoni S.r.l. Alberto Lanzoni
  • Società NEXT S.r.l.
  • Società Incode Snc
  • Società NWeb Srl
  • Società CSAmed SRL
  • Società Ideae Srl
  • Società Gamm System Srl

L'iniziativa è aperta alla partecipazione di altri operatori del settore i quali dovranno manifestare il proprio interesse al Presidente del Comitato ai seguente recapito telefonico 0372/407207 oppure tramite e-mail all'indirizzo  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Il Vicesindaco
Carlo Malvezzi

Documenti da scaricare:
testo del protocco d'intesa sottoscritto il 10/2/2012 (PDF - 201 KB)

Segnala questo articolo su