Possanzini, l’uomo in più della Cremo

+ 12
+ 13


Il protagonista dell’intervista di questa settimana ha vestito maglie importanti, come quella della Reggina e del Brescia nella massima serie. Ovviamente si tratta di Davide Possanzini, nato nel 1976 a Loreto, di recente acquistato dal Lugano, squadra con cui ha militato per pochi mesi.

Come sei stato accolto dai tifosi e dalla società?
«La società mi ha accolto benissimo. Mi ha contatto appena dopo Natale, io avevo già rescisso il contratto a ottobre col Lugano e dopo aver risolto le varie pratiche, ho firmato grazie anche ad Arvedi. Dei tifosi ho avuto subito una buona impressione». Hai vestito diverse maglie nel corso della tua carriera.
A quale sei più legato?
«L’esperienza più significativa è stata quella alla Reggina, dove mi hanno dato l’opportunità di giocare in serie A. Invece, l’esperienza a Brescia è stata la più lunga ed intensa sotto il punto di vista calcistico. Anche i bresciani sono ottime persone e mi sono trovato talmente bene in città che ora vivo a Brescia».
Come è stato il tuo esordio in A con la Reggina?
«La prima di campionato nel 1999 contro la mia squadra del cuore, la Juventus. Quella partita per me è durata una settimana ed è finita 1-1, quindi con un ottimo risultato. Ci sono voluti giorni per smaltire tutta la tensione, ma ora conservo un buon ricordo di quei momenti».
Parlando del Brescia, come hai vissuto quelle stagioni?
«Le ho vissuti bene, anche se non è stato facile arrivare dopo Baggio. C’è stata la retrocessione e non siamo riusciti a tornare in A per ben 4 anni. E’ stata una parentesi intensa, la piazza di Brescia è molto esigente, ma mi ha dato tutto, nel bene e nel male».
Segui ancora la squadra, che ora milita in serie B?
«Certamente. Lo scorso anno ero in scadenza di contratto, avevo 35 anni e avevano altri progetti in mente. Mi dispiace, perché mi sarei aspettato qualcosa di diverso, ma non ce l’ho con nessuno».
Sei venuto alla Cremo dopo una breve parentesi al Lugano. Come mai questa scelta?
«Per vari motivi: innanzitutto, perché è quella che mi ha cercato con più insistenza. Poi sono vicino a casa. Inoltre, la Cremo ha un ottimo centro sportivo e ha grandi progetti in mente. Il Lugano è stata una scelta sbagliata, ma ora penso solo alla Cremonese».
Cosa pensi del prossimo bigmatch contro il Trapani?
«Penso sia una partita come le altre, ma con in gioco punti pesanti. Il Trapani è la squadra più forte di tutte e cerca la fuga. Dobbiamo arrivare pronti alla sfida di lunedì sera, anche perché abbiamo grandi potenzialità».
Dove arriverà la squadra in classifica quest’anno?
«Spero rimanga in zona playoff, i mezzi ce li abbiamo. Ora però è ancora presto per dire dove arriveremo, anche perché non si sa come andrà a finire la stagione». Hai detto che tifi per la Juve, hai altro da aggiungere? «Da piccolo ero un tifoso sfegatato, ora sono semplicemente un simpatizzante alla Juve».

di Michael Guerini


Carriera Giocatore
Stagione Squadra Cat. Presenze Gol
2011-12 Lugano B 9 2
2010-11 Brescia A 17 0
2009-10 Brescia B 39 10
2008-09 Brescia B 23 8
2007-08 Brescia B 34 16
2006-07 Brescia B 39 13
2005-06 Brescia B 38 11
gen 2005 Palermo A 2 0
2004-05 Albinoleffe B 20 7
2003-04 Albinoleffe B 32 12
2002-03 Catania B 31 3
2001-02 Sampdoria B 33 2
gen 2001 Sampdoria B 17 4
2000-01 Reggina A 10 1
1999-00 Reggina A 31 3
ott 1998 Reggina B 32 9
1998-99 Varese C1 2 0
1997-98 Varese C2 30 9
1996-97 Varese C2 31 9
1995-96 Lecco C2 32 5
1994-95 Torino A 0 0
1993-94 Recanatese D 31 4
1992-93 Recanatese D 4 0

Segnala questo articolo su