Ciclismo: Cavasin si aggiudica la Coppa San Geo

+ 24
+ 24


Daniele Cavasin, 23 enne dilettante di Elite della Generali Videa Ballan, si è aggiudicato la Coppa San Geo, edizione numero 88, classica d’apertura della stagione con arrivo a Soprazocco di Gavardo (Brescia). Ai cento metri dal traguardo Cavasin ha dato un saggio della propria classe, avendo la meglio sul corregionale Nicola Boem (Zal Fior) e sul bresciano Michele Foppoli (Team Delio Gallina), al termine di uno sprint ristretto dopo 156 km, percorsi a 38,814 km/h di un tracciato non facile da interpretare. Siamo solo all’inizio, ma per noi italiani questa prima corsa è una vera boccata d’ossigeno. In bella evidenza Davide Martinelli (Hopplà ), figlio di Beppe (diesse dell’Astana), ripreso a pochi km dall’arrivo e poi 10° a 24”, tra l’altro all’esordio fra gli Under. Cavasin, sceso dalla bici, ha detto:

«E’ un anno che penso a questa corsa. L’anno scorso sono arrivato quarto, stavolta ho dato tutto me stesso per conquistare questo primo posto». Non ha nascosto l’amarezza, mista alla fatica, Nicola Boem: «L’arrivo in salita era difficile, avevo paura di essere anticipato e quindi sono partito forse troppo presto e a 100 metri dal traguardo sono stato rimontato». Non era di certo una corsa per velocisti: Edoardo Costanzi (Viris Vigevano- Maserati) e Piero Baffi (Team Idea), hanno rivelato di aver ritrovato quella serenità che cercavano, devono solo sbloccarsi. Al traguardo erano presenti Gianni Sommaria, vice presidente della Fci e i tecnici federali Marino Amadori e Marco Villa.

di Fortunato Chiodo

Segnala questo articolo su