Le vecchie ferrovie in mostra

+ 29
+ 30


Sabato 4 marzo si terrà la V Giornata Mondiale delle Ferrovie dimenticate. Decine di eventi si svolgeranno durante la giornata in tutta Italia, dal Piemonte alla Sicilia, con l’obiettivo di tramandare alle giovani generazioni il valore e l’importanza della ferrovia come mezzo di trasporto sostenibile. L'appuntamento nella nostra città è in sala dei Decurioni (Palazzo comunale) con la mostra «Cremona e le sue Ferrovie dimenticate». Un'esposizione che mostra le ferrovie dismesse da recuperare, tra opportunità turistica, tutela ambientale e riscoperta del paesaggio. Un patrimonio perduto che può rivivere nelle immagini.
L'inaugurazione si terrà alle 10 alla presenza di Virgilio Ferrari (presidente Dopolavoro Ferroviario Cremona), Piercarlo Bertolotti (presidente Fiab Biciclettando Cremona), Massimo Ferrari (dirigente Utp), Umberto Rovaldi e Giulia Cortesi (curatori del libro “Indagine sulle ferrovie dismesse recuperate all’uso ciclistico"), l'architetto Massimo Terzi, il sindaco Oreste Perri, gli assessori Jane Alquati, Nicoletta De Bona, Francesco Bordi e Francesco Zanibelli.

Sabato 4 marzo si terrà la V Giornata Mondiale delle Ferrovie dimenticate. Decine di eventi si svolgeranno durante la giornata in tutta Italia, dal Piemonte alla Sicilia, con l’obiettivo di tramandare alle giovani generazioni il valore e l’importanza della ferrovia come mezzo di trasporto sostenibile. L'appuntamento nella nostra città è in sala dei Decurioni (Palazzo comunale) con la mostra «Cremona e le sue Ferrovie dimenticate». Un'esposizione che mostra le ferrovie dismesse da recuperare, tra opportunità turistica, tutela ambientale e riscoperta del paesaggio. Un patrimonio perduto che può rivivere nelle immagini.

L'inaugurazione si terrà alle 10 alla presenza di Virgilio Ferrari (presidente Dopolavoro Ferroviario Cremona), Piercarlo Bertolotti (presidente Fiab Biciclettando Cremona), Massimo Ferrari (dirigente Utp), Umberto Rovaldi e Giulia Cortesi (curatori del libro “Indagine sulle ferrovie dismesse recuperate all’uso ciclistico"), l'architetto Massimo Terzi, il sindaco Oreste Perri, gli assessori Jane Alquati, Nicoletta De Bona, Francesco Bordi e Francesco Zanibelli.

Segnala questo articolo su