Pm10 alle stelle, domenica nuovo blocco del traffico

+ 24
+ 20


Polveri sottili ancora alle stelle, e domenica torna il blocco totale del traffico. Lo ha deciso nella mattina di venerdì il sindaco Oreste Perri, firmando un'ordinanza che dispone il divieto della circolazione stradale dalle 8 alle ore 20 di domenica 4 marzo. Il divieto è rivolto a tutti i veicoli, autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori, all’interno di tutto il territorio comunale. La disposizione è motivata dal fatto che la media matematica dei valori di PM10, rilevati dalle capannine presenti sul territorio, è superiore ai limiti di legge da oltre 26 giorni, con due interruzioni non significative; si è ritenuto pertanto necessario applicare le diposizioni previste Protocollo d'intesa sottoscritto in Prefettura il 31 gennaio scorso.
Sono esclusi dal divieto di circolazione i motoveicoli, i motocicli e i ciclomotori ad emissione nulla (motore esclusivamente elettrico); gli autoveicoli equipaggiati con motore elettrico; gli autoveicoli, con motore ad accensione comandata alimentati a carburanti gassosi, ossia metano o Gpl; le autovetture equipaggiate con motore ibrido-elettrico e termico.
Come per le altre domeniche, il fermo del traffico non si applica alle strade di penetrazione: Ex SS 10 Piacenza, viale Po, via della Ceramica, via Vecchia, via Milano, via Castelleone, via Bergamo, via Boschetto (da via Cimitero fino alla Motorizzazione Civile), via Cimitero, via Brescia (fino all’imbocco della “tangenziale”), via Persico (fino all’incrocio con via dell’Annona), via Mantova, via Giuseppina, via Casalmaggiore (fino all’imbocco della circonvallazione sud-est), via Portinari del Po (limitatamente al tratto per raggiungere il piazzale Azzurri d’Italia). Non coinvolge neppure le seguenti strade di collegamento: via Eridano, via Monviso, via Seminario, via N. Sauro, via Zaist (“tangenziale”); viale Concordia, via Massarotti, via Ghinaglia, piazza Risorgimento, via Dante, viale Trento e Trieste, piazza della Libertà, via Ghisleri, via Novati, via del Giordano, piazzale Cadorna (cerchia delle vecchie mura); via Tavernazze (tratto compreso da Bosco ex Parmigiano a via Busada), via Campanella, via Busada (circonvallazione sud-est); via dell’Annona (altre).
Sarà comunque sempre possibile raggiungere i parcheggi: piazzale Atleti Azzurri d’Italia; parcheggio via della Ceramica; autosilo via Massarotti; parcheggio ex tramnvie via Dante; parcheggio piazzale della Croce Rossa; parcheggio Stadio Zini via dell’Annona; parcheggio Ospedale Maggiore Largo Priori.

Polveri sottili ancora alle stelle, e domenica torna il blocco totale del traffico. Lo ha deciso nella mattina di venerdì il sindaco Oreste Perri, firmando un'ordinanza che dispone il divieto della circolazione stradale dalle 8 alle ore 20 di domenica 4 marzo. Il divieto è rivolto a tutti i veicoli, autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori, all’interno di tutto il territorio comunale. La disposizione è motivata dal fatto che la media matematica dei valori di PM10, rilevati dalle capannine presenti sul territorio, è superiore ai limiti di legge da oltre 26 giorni, con due interruzioni non significative; si è ritenuto pertanto necessario applicare le diposizioni previste Protocollo d'intesa sottoscritto in Prefettura il 31 gennaio scorso.

Sono esclusi dal divieto di circolazione i motoveicoli, i motocicli e i ciclomotori ad emissione nulla (motore esclusivamente elettrico); gli autoveicoli equipaggiati con motore elettrico; gli autoveicoli, con motore ad accensione comandata alimentati a carburanti gassosi, ossia metano o Gpl; le autovetture equipaggiate con motore ibrido-elettrico e termico.

Come per le altre domeniche, il fermo del traffico non si applica alle strade di penetrazione: Ex SS 10 Piacenza, viale Po, via della Ceramica, via Vecchia, via Milano, via Castelleone, via Bergamo, via Boschetto (da via Cimitero fino alla Motorizzazione Civile), via Cimitero, via Brescia (fino all’imbocco della “tangenziale”), via Persico (fino all’incrocio con via dell’Annona), via Mantova, via Giuseppina, via Casalmaggiore (fino all’imbocco della circonvallazione sud-est), via Portinari del Po (limitatamente al tratto per raggiungere il piazzale Azzurri d’Italia). Non coinvolge neppure le seguenti strade di collegamento: via Eridano, via Monviso, via Seminario, via N. Sauro, via Zaist (“tangenziale”); viale Concordia, via Massarotti, via Ghinaglia, piazza Risorgimento, via Dante, viale Trento e Trieste, piazza della Libertà, via Ghisleri, via Novati, via del Giordano, piazzale Cadorna (cerchia delle vecchie mura); via Tavernazze (tratto compreso da Bosco ex Parmigiano a via Busada), via Campanella, via Busada (circonvallazione sud-est); via dell’Annona (altre).

Sarà comunque sempre possibile raggiungere i parcheggi: piazzale Atleti Azzurri d’Italia; parcheggio via della Ceramica; autosilo via Massarotti; parcheggio ex tramnvie via Dante; parcheggio piazzale della Croce Rossa; parcheggio Stadio Zini via dell’Annona; parcheggio Ospedale Maggiore Largo Priori.

Segnala questo articolo su