I compiti si fanno su Skype

+ 28
+ 31


alt
La società cambia e si evolve, l'istruzione non può cedere il passa. Internet diventa un modo per essere sempre collegati e disporre di una quantità ingente di dati, pronti all'uso per qualsiasi materia si debba studiare. Se poi oltre ai dati si può essere in contatto, in qualunque momento, con un compagno di classe che possa spiegare la lezione, saltata o non capita, diviene uno strumento potente. Ci sono tre livelli di comunicazione, tra gli studenti. Il primo è la chat, con Facebook o Messenger, il secondo è la voce, al telefono o su Skype, il terzo è voce più video, e si realizza con Skype. Secondo Alberto Marinelli, che all'università La Sapienza di Roma insegna Teorie e tecniche dei nuovi media: "Per questi ragazzi essere fisicamente presenti o essere collegati è la stessa cosa, è una condizione di assoluta e serena quotidianità, fa parte della normalizzazione dell'uso delle tecnologie nella vita di tutti i giorni.

Segnala questo articolo su